Titoli di oggi: Marcia del Tagliamento; ..per amor di precisione…musicale; rotatoria di Aprilia Marittima; Gemona (invidia)

Rotatoria di Aprilia

Abbiamo letto sul Messaggero che, durante l’inaugurazione della stagione turistica di Aprilia Marittima, l’assessora regionale Santoro ha annunciato l’avvio a fine stagione della rotatoria di Aprilia Marittima. A vedere il bicchiere mezzo pieno direi che è una buona notizia per la località di Latisana e Marano Lagunare, a vederlo mezzo vuoto si può dire che non si parla della rotonda di Paludo e tantomeno di quella di Pertegada. Detto questo, devo però dire che non vedo assolutamente l’utilità della rotonda di Aprilia, potendo tranquillamente usare quella dei Picchi con entrata da nord. Basta guardare la Variante al Piano Regolatore n° 58 per vedere come già sia prevista l’entrata in Aprilia da nord (tratteggiato rosso), che comporterebbe meno spesa e meno lavori e tempi più rapidi, che possono prescindere dal traffico stagionale (vedi progetto nuovo). Non si capisce infatti il senso di questa spesa enorme, quando la soluzione più economica è addirittura scritta sui documenti ufficiali. Speriamo intervenga la Corte dei Conti, o che l’opposizione faccia il suo mestiere. Per quanto riguarda poi la rotonda di Paludo, sarebbe sufficiente che i semafori intelligenti montati sull’incrocio funzionassero, adeguando i tempi al volume del traffico. Infine la rotonda di Pertegada non si farà mai, ci scommetto.

la rotonda dei picchi e la entrata in aprilia, come da variante al prgc

la rotonda dei picchi e la entrata in aprilia, come da variante al prgc

la nuova rotonda secondo il progett; ma è stato fatto un calcolo del traffico da e per aprilia?

la nuova rotonda secondo il progetto; ma è stato fatto un calcolo del traffico da e per aprilia?

Marcia del Tagliamento

Oltre 1.100 persone, tra amatori e competitivi (moltissimissimi da fuori Latisana), alla Marcia che partiva dal Campo Sportivo di Latisana; bella giornata e ottima organizzazione, con tanti sport in evidenza poi sul verde dell’impianto comunale; ecco, grazie a Bruno Lus, alcune foto.

marcia 1

marcia 2

marcia 3

marcia 4

festa sport

Precisione e Musica, riceviamo e pubblichiamo

Mandi Bacucco.  Vorrei segnalare alcune “sviste” che compaiono sul programma del concerto organizzato dagli Assessorati alla Cultura e alla Pubblica Istruzione del nostro comune in collaborazione con l’Associazione Culturale Musicale San Paolino.  “La donna è immobile” (penso si tratti de “La donna è mobile”, non della versione goliardica pur nota); “Evviva il vino…” per “Viva il vino spumeggiante”  . Nella comunicazione sotto al programma si legge che Mameli è un musicista (”ed G. Mameli”), ma nel programma è scritto correttamente: la musica dell’inno italiano è di Michele Novaro.  Poiché non è la prima volta che l’Associazione Culturale San Paolino, unitamente all’Assessorato alla Cultura organizza concerti in cui la parte “culturale” non è molto “precisa”, ritengo di dover intervenire. Sono d’accordo che sbaglia solo chi fa, ma magari un controllo su Wikipedia …  Buon lavoro, Alex – Pier Giovanni Moro

Gemona ( e io invidio)

Il 7 giugno si conclude elementi sotterranei, con l’inaugurazione del grande wall, i laboratori e una festa a base di musica e arte.   Per il festival internazionale del graffito Elementi Sotterranei, partito il 7 maggio scorso a Gemona del Friuli, è tempo di festeggiamenti e di bilanci. Sabato 7 giugno alle 11, dopo un mese di conferenze, workshop e intenso lavoro, sarà inaugurato – in presenza delle autorità e degli sponsor – il grande muro di 700 metri quadrati realizzato in via San Pietro dai 17 street artist che hanno partecipato alla manifestazione. Gemona si arricchirà così di una nuova opera collettiva, creata da graffittari provenienti da tutto il mondo coordinati dall’art director spagnolo Malakkai, su un tema ben preciso: cibo e sovranità alimentare. L’associazione Bravi Ragazzi, che organizza il festival, ha come missione quella di abbellire un luogo ricostruito con abbondanti dosi di cemento dopo il terremoto del ’76: e da 9 anni lo fa invitando i graffitari di tutto il mondo a esprimersi. A presentare l’opera, sabato 7 giugno, Francesco Patat, presidente dell’associazione. Seguirà una giornata intensissima, con workshop in programma nel pomeriggio e una grande festa a base di musica e arte in serata.  Si partirà alle 14, all’interno del palazzetto Isis nel piazzale Centro Studi di via Praviolai, con Color Rebirth, un laboratorio sul riciclaggio aperto a partecipanti di qualsiasi età e curato da Econoise. Alle 16, nella stessa sede, sarà la volta di “Coloriamo l’orto”, originalissimo workshop a cura di Valentina Dal Ben, che svelerà le ricette per creare i propri colori vegetali in cucina partendo dalle verdure e dalle piante presenti nell’orto di casa. Dalle 18, spazio alla libera espressione con il “Guerriglia Stencil”, a cura di Bravi Ragazzi, che insegnerà come restituire nuova vita ai vecchi oggetti con stencil e bomboletta. Alla stessa ora inizierà la musica, che sarà associata a esibizioni di break dance e street art, con performance di body painting a cura di Arianna Ferrazin e uno spettacolo acrobatico di Laura Belli, della Compagnia Ziba.  Passando alla musica, sul palco per primi saliranno gli Old Inside Sound, progetto nato da due giovani dj udinesi nel 2010 con l’idea di suonare solo vinile e di non limitarsi a un genere specifico, ma lasciare libera espressione alla creatività e alla sperimentazione. Sul piatto, musica “oldschool”, che spazia dagli anni 70 ai 90, con un’anima fortemente funk. Alle 21 si cambierà genere, con i cori jazz, la potente ritmica hip hop e i picchi di dub del DJ set di Mistafire & Ngaio, giunti da Bristol a Gemona per l’occasione. A ruota toccherà ai Rebel Bricks. Spazio poi alle sperimentazioni musicali di Soom T, artista indiana nata e cresciuta in Scozia, accompagnata da Fleck, membro di Kings HiFi Soundsystem (UK) che ha condiviso il palco con artisti del calibro di Horace Andy, Alborosie, Congo Natty, Dub Pistols e Zion Train. A chiudere le danze, sarà il duo composto da Steve Vibronics ai controlli e Echo Ranks alla voce. I Vibronics sono un collettivo reggae-dub nato nel 1995 a Leicester, in prima linea nei generi roots e dub nel Regno Unito. Hanno lavorato con artisti come Mad Professor e Fun Lovin’ Criminals. Info: www.elementisotterranei.net

ES14_2205_IIIWEEK_Giovedi_158_AblD

ES14_2305_IIIWEEK_Venerdi_008_AblD

ES14_2405_IIIWEEK_Sabato_033_AblD

Condividi il post!

PinIt

Un commento su “Titoli di oggi: Marcia del Tagliamento; ..per amor di precisione…musicale; rotatoria di Aprilia Marittima; Gemona (invidia)”

  1. ALEX MARINO ha detto:

    Ringrazio il mio Maestro Pier Giovanni Moro per la segnalazione, in effetti mi sono sfuggiti due errori grossolani durante la trascrizione, ne farò tesoro.

I commenti sono disabilitati.