udc, tagliamento e cinghiale, webcam e molte foto

Tagliamento con cinghiale

E’ passata ieri mattina, attorno alle 8.00 l’ondata di piena del fiume; faceva impressione e ha sfiorato i nove metri. Dalle due tabelle che riportiamo si può osservare come sia abbastanza facile calcolare altezza e tempi per la montana. I due dati sono relativi a Venzone e Latisana; il calcolo è il solito: Venzone x 2 più il medio mare. Variabile da 1,5 a 2 metri , il tutto dopo circa 12 ore. A questo calcolo empirico si devono sommare vento e maree, ma è roba per esperti. Nota curiosa la presenza di un grosso cinghiale dentro il fiume; la povera bestia, notata da tutti, risaliva contro corrente verso la golena del Parco Gaspari, con fatica, ma anche una buona resistenza.  Idem per una cerva, o capriolo che fosse; ecco il commento di Lorena Chiarcos: ………. credo che i lavori che sono stati fatti sull’argine siano stati fatti male , incompleti o carenti.. per quanto riguarda l’aver cementato così tanto senza mettere delle risalite o delle scalette come in tutti gli altri fiumi in cui sono stati fatti lavori simili. Questo vuol dire che se io passeggio sotto e cado sarà difficile trovare un appiglio per risalire se non impossibile….è stata fatta la pavimentazione nuova e delle isole …le isole d’estate sono inutilizzabili perchè sull’argine fa troppo caldo e per la maggiore vengono utilizzate dai ragazzi la sera per fare comunella e fare casino, non do colpa ai ragazzi ma ci ritroviamo con un divieto per salire con i cani perchè ‘sporcano’ quando basterebbe un pò di normale senso civico e invece quando apro la finestra vedo muri imbrattati di scritte e immondizia che regolarmente non viene pulita dagli spazzini ( il lavoro degli spazzini è quello di fare retromarcia con il loro mezzo , neanche scendendo e in caso di straripamento dei cestini , quei miseri tre in tutto l’argine scendono e cambiano il sacco)  per non parlare dei bicchieri e bottiglie rotte che si trovano regolarmente ogni settimana . Mi chiedo se magari un fiume come il Tagliamento di cui quest’anno si è innumerevolmente parlato come risorsa e non pericolo meriti un pò più di attenzione, a cominciare dalle piccole cose.  Basterebbe davvero poco. La mia non è nè polemica ne intento di colpevolizzare nessuno ma di far riflettere e smuovere un attimo sia gli organi di competenza che tutti noi.  Stare sull’argine o in giro per le strade a criticare e basta non serve a nulla, bisogna agire!

E a proposito di cinghiale e daina o capriolo, sempre Lorena Chiarcos:  io e mio padre siamo appena rincasati dopo aver seguito una cerva che trascinata dall’acqua cercava di risalire sull’argine,, impresa ovviamente impossibile visto che è tutto cemento e vi sono poste praticamente due misere scalette a lunga distanza tra loro…ha attraversato due volte trascinata dall’acqua le due sponde e una volta spaventata da un camion è ritornata in acqua.. fortunatamente ora è al ‘sicuro’ su un pò di terra dell’argine a San Michele…quando si fanno i lavori bisogna farli con la testa.va bene mettere in sicurezza ma se cade un essere umano dove si appiglia??? Quest’argine è più pericoloso che il fiume ..!!!!

 

Webcam

La nostra osservazione sulla mancanza di una webcam a Latisana, è stata acquista e sottolineata dai fatti metereologici di questo fine settimana; molta gente saliva sull’argine a vedere il fiume e non sarebbe male se qualcuno, privato come sponsor (Trevisan ha una bella visuale), o istituzione pubblica (Pro Latisana per esempio), mettesse on line una webcam.

I TOP 5

Quali sono i cinque maggiori partiti? Credo si possa dire PD, PDL, LEGA, UDC e Movimento 5 stelle. Da quanto tempo non ne sentite parlare? Da un anno e mezzo almeno, credo, non si sente parlare di nessuno dei cinque, a parte l’UDC. Piccolo e vivo partitino di centro, l’UDC non smette mai di sorprendere. Dopo la questione Massoneria e L’Uomo Nero e la Dama Bianca, ieri sera è toccato al segretario Anzolini venirsi a prendere una fetta di gloria a Latisana. A fare cosa? Noi non lo sappiamo. Ma intanto ne parliamo, e non è poco. Degli altri se ne occupa solo la Sciarelli (..Chi l’ha visto?…)

Condividi il post!

PinIt

6 commenti su “udc, tagliamento e cinghiale, webcam e molte foto”

  1. JIMI ha detto:

    quando un fiume e’ in piena , parlare di “appigli” fatti appositamente…e’ sicuramente un assurdita’ , posso capire quelli presenti quando il fiume trascorre normalmente…ma quando e’ in piena MENO intralci di qualsiasi tipo ci sono, meno pericolo di tracimazione c’e’.GLI stessi piloni dei ponti…son di intralcio, perche in poche ore, iniziano a bloccare radici, arbusti e tronchi di alberi trascinati dalla corrente..con il rischio di dighe artificiali…se poi l’acqua sfiora il ponte…allora sti detrinti son ancora piu micidiali, tant’e’ che se l’acqua arriva a toccare un ponte (piu basso degli argini) sarebbe da far saltare con la dinamite…(infatti per quello stradale e’ cosi) visto che e’ piu basso degli argini e di quello ferroviario che si puo’ alzare ora …)
    Se uno cade dentro…in un fiume cosi in piena (che non arriva all’improvviso…ma che normalmente , sale di 1 metro ogni 2 ore nelle condizioni peggiori) significa che e’ un sprovveduto oltre che pazzo suicida. Dove pretendersti che si “appigli” ? la corrente lo trascinerebbe cmq …sempre non lo tiri sotto da subito.
    CASOMAI possiamo parlare quanto utile sia aver DISBOSCATO in maniera scellerata… le sponde da Latisanotta a Sabbionera… e viceversa averlo iniziato a fare pure DI LA’…
    casomai quelli sono gli appigli NATURALI… ma se tiri via tutto, poi ti resta solo cemento o cmq terra..quindi parlare di appigli appositi e’ utopia…
    Bisogna poi metter in conto..e non certo come causa ultima, che il clima E’ cambiato…e una perturbazione su 2 e’ ptenzialemtne sempre catastrofica, perche piove in maniera ANORMALE …quindi son cambiati i parametri…e anche sto fiume probabilemtne non regge piu… la soluzione? solo la buoan sorte…come sempre…
    se la montana avesse prolungato IERI di altre 24 ore gli effetti..e in montagna non avesse smesso di piovere insistentemente… i quasi 9 metri di ieri alle 9 di mattina…sarebbero stati quasi 12 poco dopo mezzogiorno…e quel punto avrebbe ceduto alla grande…
    DOVE? nesusno lo sa’ c’e’ hi dice sangiorgio…chi convinto che ancora Latisanotta sia il punto X….chi scomette su sabbionera…
    cmq sia…la CATASTROFE e non semplice “allagamento”…e’ garantita…
    SOLO la buona sorte …ha fatto si che ci e’ andata bene ANCHE STA VOLTA…e tutto sommato, anche se sempre opiu frequente purtroppo questa condizione.. ho perso il conto dal 66 in poi tutte le volte che ci e’ mancato poco…ma qualche SANTO patrono…o SANTA FORTUNA…ci ha messo una mano sopra.
    infine per gli animali, che fan sempre una gran pena perche son i primi a pagare,pur avendo poche o nessuna colpa… sarebbe stato doveroso avere una squadra atrezzata, di volontari e VgF…nei punti possibili (ponti ecc..) per recuperare queste povere bestie…che sicuramente in tanti non ce l’han sicuramente fatta…

  2. ezio mauro ha detto:

    QUOTO “infine per gli animali, che fan sempre una gran pena perche son i primi a pagare,pur avendo poche o nessuna colpa… sarebbe stato doveroso avere una squadra atrezzata, di volontari e VgF…nei punti possibili (ponti ecc..) per recuperare queste povere bestie…che sicuramente in tanti non ce l’han sicuramente fatta…”

    In realta una squadra di volontari , dipendenti di UANETTO di san michele si era offerta di soccorrere le povere bestiole, ma gli e’ stato inspiegabilmente impedito dagli agenti della forestale.

  3. Adriano ha detto:

    La fortuna c’è …. ma non sempre ….. dopo quasi 50 anni dalla prima disastrosa alluvione molto si è fatto ma …. con i mezzi di oggi una razionale dragatura/pulizia del fiume almeno nella parte piu’ stretta , da Latisanotta a oltre Sabbionera, sarebbe quantomai opportuna, questa piena come le altre lascia dei residui ed aumenta l’altezza del fondo . Aggiungo che sarebbe opportuno PULIRE il lato di latisana per rendere decoroso e utilizzabile il Fiume. Speriamo … a presto

  4. Paolo Bandiziol ha detto:

    Mi pare che dalle parti di Bevazzana esista tuttora una zona (per inciso, la stessa che i pluriventennali e geniali amministratori locali pensavano di eleggere Zona Artigianale), che, “casualmente”, si chiama Valle Pantani. Escluso, per via ipotetica, che si tratti di una dedica al compianto ciclista scalatore, non resta che ipotizzare una certa frequenza di allagamento della stessa da parte del fiume. Ora, a me che tecnicamente sono un signor nessuno, un amico e collega di Cesena spiegava che, dalle sue parti, si è pensato di costruire un argine “rimovibile” facilmente, in modo che il Savio, in caso di piena pericolosa, possa essere fatto sfogare nelle campagne circostanti. Idea banale: anzichè ipotizzare di costruire capannoni, non si potrebbe rimboscare la zona e renderla alla sua natura di valvola di sfogo? magari non basterebbe; ma, piuttosto che nulla, o peggio (rimborsi di danni ai privati artigiani) ,meglio magari!
    Un saluto e sempre avanti.

    Paolo

  5. lorena ha detto:

    Jimy, infatti io parlo di appigli non quando è in piena ma dello stato normale del fiume…come è stato fatto in tutte le altre città in cui è fatto un lavoro simile a quello del nostro argine, che poi vorrei capire e lo dico da ignorante eh,, se laggiu non si puo andare mi spegate cosa serviva cementare ???? io vivo a ridosso dell argine e ne ho viste tante in questi anni. parlando oggi mi è stato fatto notare che fin laggiu non si potrebbe andare…io vedo regolarmente gente e ti dirò di piu..che mentre ero in giro durante la piena ho visto gente che si avvicinava all acqua o andava fin sotto per fare le foto, quelli si che sono degli sprovveduti!!
    Credo anche io che molte cose siano cambiate come il clima..e sempre piu spesso vediamo il tagliamento così..purtroppo ,, speriamo che gli organi di competenza facciano qualcosa!
    Per quanto riguarda gli animali, posso comprendere che le guardie della forestale abbaiano impedito ai volontari di aiutare le bestiole, magari per evitare che le stesse si trovassero in situazine di pericolo, CERTO! , MA SEMPRE CHE QUALCUNO DI COMPETENZA PERO’ se ne occupi!
    c’è poco da fare, qui tutto stiamo scrivendo sulla situazione del Tagliamento e tutti notiamo cose diversee utili, speriamo che chi di dovere tenga in considerazione e che così non si puo andare avanti molto!!!

  6. JIMI ha detto:

    QUOTE “In realta una squadra di volontari , dipendenti di UANETTO di san michele si era offerta di soccorrere le povere bestiole, ma gli e’ stato inspiegabilmente impedito dagli agenti della forestale.”

    Tolti i RARISSIMI casi dove han ragione per ovvi motivi di pericolo…purtroppo son i soli veti di stato (parassitario sempre e cmq….ma con i soldi atrui…compresi i TANTI e troppi e spessisimo INUTILE corpo forestale, lautamente pagato…) non e’ forse per la stessa “burrocrazia” la chiamano.. che qualche altra divisa istituzionale..vieta a cittadini volenterosi di ripulire i PILONI dei ponti dalle sterpaglie che si accumulano dopo l’autunno/invero e relative piene ? guarda…il logo/fotografico di questo splendido sito INFORMATIVO…, guarda bene su quei piloni… ebbene , quante volte si e’ assistito a quintali di tronchi e sterpaglie..che non ha ripulito nemmeno dirante l’estata con il fiume con 1 metro o poco piu di acqua ? eppure i volontari c’erano…ma e’ arrivato l’ALT istituzionale…l’Alt di chi si sporca pero pochissimo le mani…arrampicandosi sugli specchi, in quanto non possono farlo loro…e ovviamente vietando di farlo fare ai cittadini…che poi chiariamo…molti di essi firmerebbero che la resonsabilita e’ totalmente la loro!!!
    quindi ora non voglio fare il caso , di questi FORESTALI…ma quanti ce n’erano ? 2 ?!? no perche magari qualche decina in piu PRELEVATI A PEDATE dalla calabria e sicilia e spediti qui…a far qualcosa…per dire… non dovrei dirlo io, ma lasciamo perdere CHI…perche’ mi vien da ridere quando dal verde colle, ogni tanto esce a sbraitare MORALI a vanvera..o SOLIDARIETA senza mollare un solo cent.

    X Lorena…
    certo ti capisco, non e’ che non abbia senso quello che dici…ma dobbiamo pensare che cmq in caso di flusso normale…e’ praticamente impossibile non trovare appiglio…visto che il fiume scorre tra bordi di terra, e piante e arbusti cmq qui e la nascono, malgrado la mano cementificatrice dell’uomo (sciocco) insiste … quindi casomai e’ un discorso da mezza piena o piena….anche se quando sei a 9 metri…cioe’ solo un pazzo va’ a sporgersi o rischiare totalmente di finirci dentro…
    cmq e’ vero…su questo fiume, non son state fatte prevenzioni basilari, quindi figurati se han pensato ad appigli o cose del genere…
    non so se tu ti ricordi, credo di si… le spiagge che praticamente c’erano…non solo dalla parte di san michele…ma anche a LATISANA…il bosco, arrivava fino al parco gasperi (dalla parte del’argine , dove la strada scende) ha tirato via tutto…allargato, tolto una curva ecc… e quale sarebbe alla fine la differenza ? che il clima ti ha tolto qualsiasi vantaggio lasciandoti pero il paesaggio naturale devastato…
    piu di rinforzare ristrutturare gli argini gia esistenti…rinforzando quelli di terra…e dragando il fondo quando in estate SI PUO FARE BENISSIMO… son le uniche cose chiare e utili…il resto son solo fantasie , oramai visto la totale assenza (non carenza) di soldi…pure VIRTUALI ( casse espansione, dighe, e virtuosism simili) pittosto, ci dovrebbe esser un rifiuto totale cittadino..affinche non venga speso un EURO per progetti- carta straccia…
    che gia questi sono dei BUSINESS che avrebbero bisogno di un magistrato che indaghi..perche non e’ possibile che vengano spesi MILIONI dati a focisi ingegnerini e geometrini con pizzettino…che poi si sa son spartiti….quando IN OGNI CASO, NON SERVIRANNO A NULLA!…e paghiamo noi..ricrodiamolo sempre.

    e infine quello cui nessuno puo… la natura, stravolta o no’ dal clima (causa nostra cmq)
    se ha in programma di render Latisana o zone limitrofe…una LAGUNA di pantano..prima o poi lo fara’… del resto qui inutile nasconderselo e far finta di nulla…terremoti son in drastico aumento ovunque, il riscaldamento globale, porta PROPRIO queste piogge torrenziali…negli USA han URAGANO alla settimana (e ogni volta…son migliaia le persone a pedere TUTTO…) unito al fatto che SOLDI non ce ne son piu…
    lo stesso segnale della compare UE e’ chiarissimo…si son rifiutati (alcuni) di darci 600 milioni per i terremotati emiliani… per PRETENDERLi son intervenute le massime cariche istituzionali…, e chissa’ cosa promettendo in cambio… ma per me i segnali son oramai chiari… sta finendo la solidarieta’ , per casse vuote.. e i DANNI E CATACLISMI, invece son in drastico aumento… nessuno lo osa dire…ma se al SUD arriva una scossona di quelle toste…che manda qualche milione di persone al tappeto..perdendo tutto…
    mi sembra ovvio…BANCA ROTTA all’istante…MONTI non no!…e queste cose qui, sembra non metterle in conto nessuno…pensando solo al rischio spread, e scemate varie…
    mentre la natuira ci mette un istante a disfarti economicamente moralmente e fisicamente.
    ecco perche penso sempre piu che ai vertici degli stati non abbiam a che fare con esser umani…ecco dove son gli UFO.

I commenti sono disabilitati.