Ultim’ora: Paludo sotto acqua e altro

Verso le 10 e 30 di oggi venerdì mattina si è scatenato su Latisana e su Paludo in particolare un nubifragio e la zona è andata sotto acqua, come pochi anni fa. Allagata la provinciale, e soprattutto il sottopasso del cimitero, con almeno un metro d’acqua che ha riempito la vasca. Traffico impazzito, centro paralizzato e soliti problemi alle parti basse delle case, con la gente che un po’ scopava fuori l’acqua e un po’…tanto..imprecava. E’ bastata mezzora di pioggia per mandare sotto acqua una intera zona. Problemi simili al sottopasso di Crosere e allagamenti nella parte bassa di Via Nazario Sauro, vedi foto. A causa della pioggia anche un incidente tra una vettura e un’ambulanza della SOGIT di Udine; per fortuna solo danni materiali. Ricoirdiamo ai latisanesi che il Comune sta spendendo milioni e milioni di euro per la ex caserma centro non si sa cosa, per il museo di non si sa cosa e per la piazza di Pertegada. E intanto Paludo va sotto acqua. Grazie.

Condividi il post!

PinIt

23 commenti su “Ultim’ora: Paludo sotto acqua e altro”

  1. giuditta ha detto:

    Ma con che metro avete misurato? Un metro d’acqua non c’era……………………
    Inutile terrorismo, il traffico è stato sempre regolare.

  2. il_bacucco ha detto:

    io sono andato a vedere e fotografare, erano 80 centimetri?? a……………… allora tutto ok………….

  3. simon ha detto:

    salve se per lei il traffico era regolare allora devo aver confuso paese io

  4. G.B. ha detto:

    Traffico regolare?!? Ma in che paese? Perché a L-a-t-i-s-a-n-a (prov. Udine) proprio di regolare non aveva nulla

  5. luca ha detto:

    non piove da mesi,i terreni non riescono ad assorbire acqua,le caditoie e le fognature sono intasate da accumuli di fogliame e simili,in mezz’ora è venuta giù una quantità di acqua che metà bastava………e ci si meraviglia se ovviamente le parti più basse si allagano?????o forse ogni pretesto è buono per dare contro a questa o quell’altra amministrazione??il giornalismo catastrofistico in stile Studio Aperto non interessa a nessuno

  6. Elisabeta ha detto:

    Buongiorno, questa mattina sono partita da Pertegada alle 10.40 e sono riuscita ad arrivare a Palazzolo alle 12 passate. Il traffico era in tilt (statale Lignano-Latisana, Paludo, centro). Questa pioggia era prevista da giorni. I disagi non potevano essere evitati? Mi chiedo come mai, superata Latisana, la viabilità era regolare. Mah.

  7. luca ha detto:

    La prox volta che prevedono piuoggia abbondante ci metteremo tutti fuori di casa con i secchi per non far andare il traffico in tilt….!!!
    si tratta di eventi ECCEZIONALI e un po’ di disagio è inevitabile!grave sarebbe se ad ogni pioggerellina andassimo tutti sotto acqua, ma in situazioni come quella odierna bisogna anche mettere in conto qualche disguido!

  8. il_bacucco ha detto:

    la pioggia era prevista da 3 giorni o più….qui di eccezionale c’è solo il fatto che dopo 5 o 6 anni è accaduta esattamente la stessa cosa di quel maggio famoso; siamo appunto un paese eccezionale: in quelli normali il problema sarebbe stato già risolto.

  9. luca ha detto:

    non mi pare che la zona della stazione e dintorni sia andata sotto acqua come anni fa (e guarda caso i lavori li sono stati fatti).e nemmeno via vendramin,via percoto ecc ecc….
    se poi i garage del caseggiato in via nazario sauro (che per altro è una via in discesa) si sono allagati perchè ben al di sotto della sede stradale…beh…io me la prenderei con i sapienti costruttori che se ne fregano di come mettono in piedi le loro opere!

  10. il_bacucco ha detto:

    il sottopasso di paludo si……………

  11. luca ha detto:

    proponiamo a Comune e Ferrovie di costruire un cavalcavia con vista sui loculi per ovviare al problema….e nel rimanente sottopasso un laghetto per la pesca sportiva….

  12. Stefano ha detto:

    Il sottopasso di paludo si è allagato perché è mancata la corrente elettrica al momento della forte pioggia e il gruppo elettrogeno non è partito. Tutto qua. Poi la corrente è tornata (verso le 13) e le pompe sono partite alimentate dalla rete normale mentre i tecnici cercavano il guasto al motore a gasolio d’emergenza. Magari una revisione periodica dei gruppi elettrogeni degli impianti di sollevamento avrebbe evitato la cosa.

  13. Severino ha detto:

    Lasciamo perdere gli inconvenienti sull’acqua alta, che in questi periodi e naturale, senza nessuna colpa per nessuno, anche se la manutenzione andrebbe rivista, ma non saprei in questo caso a chi dare la colpa. Circa la spesa di milioni e milioni di euro, questa mi sta un pò più a cuore, per quanto riguarda la caserma, ormai mi sembra una cosa che sarà difficile frenare, per quel museo on voglio disperdermi in fesserie. La piazza di Pertegada lasciamola perdere, soldi spesi inutilmente, si fa per dire, perché qualcuno che i guadagna sopra c’è sempre, bisognerebbe avere un idea chiara del progetto, e chi lo dovrà eseguire. Ma questi soldi vanno assolutamente risparmiati e potrebbero essere spesi per una migliore manutenzione generale della comunità. Sappiamo anche che su questi progetti già progettati a suo tempo, usufruisco di contributi da vari amministrazioni ecc. e che hanno anche una scadenza, pertanto, pertanto se non approvato in tempo, tutto finisce a peripatetiche.. Come ho già detto altre volte Pertegada non a bisogno di una piazza nuova va benissimo quella che esiste, tanto e vero che durante i Festeggiamenti Ferragostani e l’ unica che a retto. Si provvedesse invece ad eliminare tutto il tetto rivestito di amianto, perché mi sembra che l’ambiente se pur rivestito di amianto e ancora agile, visto che fa da magazzino per diverse cose. E’ non e agibile ??? a me sembrava di aver capito anni fa che il cinema non era più agibile. cosa significa la parola agibilità ???

  14. Severino ha detto:

    va bhe qualche errore come sempre lo fatto, ma stavo mangiando un spezzatino con patate da favola, comunque si capisce, quello che manca aggiungetelo voi !! per me va sempre bene.

  15. simon ha detto:

    Signor Luca la critica è volta semplicemente al fatto che latisana si trova impreparata spesso e volentieri , le faccio un semplice esempio la pioggia c’è stata circa alle 10.30 che fosse annunciata o meno.Poco dopo finito lo scroscio, nei pressi del sottopasso sono passati nell’ordine: vigili del fuoco mezzi del comune e vigili urbani tutti hanno fatto dietro front e presumo non avendo avuto direttive hanno lasciato tutto come stava così il sottopasso lo abbiamo dovuto chiudere noi semplici cittadini che poi abbiamo fatto un po’ di viabilità per evitare che qualcuno rimanesse bloccato nell’acqua di circa un metro cumulatasi… le transenne sono arrivate alle due di pomeriggio circa….. non siamo una metropoli in cui si può giustificare il ritardo con la scusa delle distanze quindi il sospetto di una disorganizzazione mi viene e parlo con tutto il rispetto per il lavoro di tutti ,specie dei nostri volontari dei vigili del fuoco che stimo tantissimo.

  16. simon ha detto:

    errata corrige le transenne sono arrivate dopo mezzogiorno.il sottopasso è stato svuotato alle due del pomeriggio passate.

  17. TONI ha detto:

    PREVISIONI NON RISPETTATE DA …. COLORO CHE DOVEVANO PREOCCUPARSI , LEGGI VIGILANZA , PROTEZIONE CIVILE , VVFF , VVUU , ALTRI.
    TUTTO VERO QUELLO DETTO SOTTOACQUA .
    ANCHE VIA PERCOTO ERA COSI’ NONOSTANTE I LAVORI FATTI . COME ? ALL’ITALIANA .
    VERGOGNOSA ASSENZA PER LA EMERGENZA.
    DRITTE PER USCIRE OD ENTRARE DA LATISANA : HANNO DETTO CHE C’ERANO I SEMAFORI.
    CARO BACUCCO BRAVO .
    HO UNO SCUDISCIO A CASA , TE LO POSSO PRESTARE PER SVEGLIARE QUALCUNO CHE CI DIRIGE MALE !
    CIAO.
    GRAZIE.
    TONI

  18. detisana ha detto:

    Caro Bacucco, come ben sai Latisana da decenni soffre di questo mal di pancia dovuto alle piogge di grande portata e purtroppo grazie ai cambiamenti climatici in atto, ho paura che dovremo vederne anche di peggio.
    L’amministrazione di oggi e di ieri ha fatto e ancora farà quello che potrà, al fine di cercare di limitare i danni ai propri cittadini. Potrebbe iniziare a non concedere i permessi di costruzione, quando di fatto, non ci siamo le condizioni adatte a sopportare nuove strutture e controllare che il progetto tenga ben conto delle condizioni dei servizi di quella zona.
    Il condominio di via N.Sauro mi sembra che è già la seconda volta che ha gli scantinati che vanno sott’acqua e purtroppo quante volte gli succederà ancora, visto che è stato costruito non tenendo conto del fatto che è in una zona più bassa rispetto al Viale della Stazione, che gli scarica di fatto una grande massa d’acqua. Il fabbricato sicuramente come tanti altri a Latisana sarà fornito di pompe di sollevamento acque, ma queste di fatto dove possono scaricare se le strade e le fognature non riescono a contenere queste portate?
    Un’ultima considerazione sui disservizi sulle mancate segnalazioni o chiusura strade.
    Non lamentiamoci sempre che questo non c’era o quello non è stato fatto e non significa nulla se le previsioni da tre giorni parlavano di bombe d’acqua, queste da sempre non si sa dove possano cadere.
    Quindi stiamo tutti un po’ attenti a ciò che facciamo nel nostro “bel” orticello e forse “tutti” così vivremo un po’ meglio.
    Mandi.

  19. teresa ha detto:

    Vi suggerisco un piccolo passatempo per il pomeriggio,se non piove.
    prendete la bici , fate un giretto e buttate gli occhi su tombini e feritoie .Noterete che sono ancora intasati di schifezze varie, foglie e aghi di pino. Ma ai più attenti ,certo, non passeranno inosservate le numerose piante autoctone che vi crescono all’interno….
    Capisco che le pulizie delle strade non si fanno più con scopa e paletta e si usano le nuove macchine spazzatrici e i soffiatori ( che sicuramente velocizzano il lavoro ) ,ma sarebbe utile portarsi dietro quanto necessario per aprire i tombini i pulirli. Questo sarebbe un lavoro di ordinaria amministrazione che non necessita ne i appalti esterni ne di nuovo personale, solo di un po’ più di scrupolosità e di controllo poi da parte di chi ha questo compito ( capo settore o assessore ).
    Una tiratina d’orecchie comunque anche a noi cittadini, tutti: pulire davanti all’uscio di casa, davanti al proprio giardino o stradina non costa tanta fatica , anzi, rende anche la nostra casa più bella e aiuta chi poi deve pulire le strade a farlo al meglio …..e così perderemo il vizio di lamentarci sempre .
    Latisana è “nostra” , è bella, teniamola pulita .
    teresa

  20. il_bacucco ha detto:

    …”detisana”…. (l’indirizzo mail)…mi sa di…..”del comun”………

  21. detisana ha detto:

    Sì “del Comun” di Latisana. Nel senso che abito in questo Comune. Capisco la tua posizione di sensibilizzatore e per questo tanto di cappello, ma accetta anche il fatto che qualcuno si possa chiamare “detisana” come qualcun’altro si chiama “il bacucco”.
    Mandi.

  22. Francesco ha detto:

    Sig. Luca, a parte il non comprendere come mai lei ogni volta si ostini a difendere l’indifendibile, peraltro manifestando il fastidio che qualcuno possa tirare in ballo l’attuale amministrazione comunale (per qualche motivo a noi oscuro evidentemente a lei tanto cara..), mi sento di dirle che le piogge cadute non mi appaiono per nulla eccezionali come afferma lei.. non vorra’ mica dire che la pioggia caduta e’ paragonabile alle precipitazioni del 27 maggio 2007..??! ma a parte questo, che e’ materia soprattutto per metereologi, le posso confermare che, a differenza di quanto racconta lei, si sono verificati degli allagamenti, anche se pur di lieve entita’, anche ai danni di edifici siti in zona via Giovanni XXIII, nonche’ nella zona di Latisanotta (Via Annia).. forse qualcosa non ha funzionato, o qualcuno non ha fatto funzionare, a cominciare dal motore diesel d’emergenza, proprio come nel 2007… evidentemente la lezione della volta scorsa non e’ servita a niente.

  23. simon ha detto:

    egregio detisana lei sta difendendo come il suo collega sig. Luca, l’indifendibile….. sono senza parole…. io ero li in strada e le assicuro che lo schifo della gestione è stato grande.

I commenti sono disabilitati.