Un mercoledì da Bacucco: Lettera Aperta; IMU

Lettera Aperta a Comune, Ater e Ipab.

foro boario

Caro Comune, cara Ater e cara Casa di Riposo, VI scrivo per segnalare tre situazioni che certamente conoscete, ma che forse, presi dalla briga di fare le vostre cose più importanti, che ne so, prendere un caffè, buttar via soldi pubblici per progetti e risanamenti del tutto inutili o vendere terreno pubblico a privati, forse non sono più nella vostra attenzione. E dunque vi ripropongo quanto segue sperando di avere accoglimento, non già per me, ma per tutta la popolazione di Latisana, capoluogo soprattutto. Si tratta dell’ex Foro Boario, della ex Caserma dei Carabinieri e del giardino del Lascito Samueli; partiamo da quest’ultimo, e, di seguito, trovate le foto di tutto.

DSCN6218

DSCN6220

Il Lascito Samueli è in grave stato di abbandono e probabilmente il generoso benefattore si rigira nella tomba e sta pensando di fare un profilo facetomb per lamentarsi; mi rendo conto che per sistemare l’immobile ci vogliono soldi che oggi non ci sono, anche se i 3/400.00 euro buttati via per la ex Caserma Radaelli forse bastavano per affittare, sistemare e mettere in sicurezza questa struttura, o no? Ma il giardino dietro quello no, è quasi pronto e basterebbe davvero poco per renderlo fruibile e magari Alpini e Protezione Civile potrebbero dare una mano, magari chiamando amici, visto che sono stati chiamati a pulire Palmanova, gratis, e magari potrebbero intervenire anche qui sotto, o qualche euro si possono ricavare dalle multe o da altri capitoli, non sono esperto. Quel giardino, con qualche collaborazione, potrebbe essere fruibile maggiormente e con piacere, penso alla Consulta dei Pensionati e alla Consulta dei Genitori.

DSCN6212

DSCN6213

DSCN6214

DSCN6215

DSCN6216

foro boario da google maps

foro boario da google maps

L’ex Foro Boario, se siamo ben informati, è di proprietà dell’Ater, che però ormai non ha più interesse, a parte uno, qui vicino, e quindi non presta molta attenzione alla zona; il giardino è abbandonato, ma è storico, fa parte della storia latisanese, è centrale e oggi è anche pericoloso, ma con poco si potrebbe mettere a posto a farne luogo per bambini e famiglie. Il Sindaco non lo sa perché i suoi erano ancora a Catania, ma quel posto rappresenta la vocazione agricola di Latisana.

DSCN6210

DSCN6211

Infine la ex Caserma dei Carabinieri, in totale degrado come si vede. Posizione centrale, spazi ampi dentro e fuori, crediamo che possa essere richiesta al Demanio o acquistata dal privato e farne la sede della Polizia Comunale, anche se non sappiamo i costi. Lasciarla così è un peccato e un’offesa al patrimonio. Sappiamo anche che geometri, architetti e ingegneri vogliono sempre cubi e cubi e cubi nuovi, ma il recupero dell’esistente senza consumo del territorio ha molto più valore, soprattutto per i nostri figli.

p.s. di giorno spegnete le luci in Municipio, o pagatele di tasca vostra.

IMU

Il Comune ha provveduto a pagare l’IMU per i beni del lascito Toniatti, in totale 7.080 euro tra terreni e immobili

Condividi il post!

PinIt

12 commenti su “Un mercoledì da Bacucco: Lettera Aperta; IMU”

  1. Leopolda ha detto:

    Gran bell’articolo. Concordo su tutta la linea.

    Proprio ieri parlavo con un’amica del degrado lento e progressivo di Latisana, a fine anni 90 fulcro della bassa friulana, oggi ……. ( cercavo un aggettivo per descriverla, ma non mi viene; la realtà è che oggi Latisana NON è. Non è più nulla. ).

    Una ex cittadina ABBANDONATA A SÉ STESSA grazie a chi (da anni) occupa un posto pubblico senza però fare nulla nell’interesse pubblico, per incapacità o svogliatezza non lo sappiamo. Continuate pure a mettervi la cravatta e starvene con le mani in mano.

  2. valerio ha detto:

    Se per Foro Boario intendevi quello della (bella!) cartolina, quello non mi sembra esistere più nell’estensione originaria, se non parzialmente, forse, nel sito della vecchia caserma dei Carabinieri che tu riporti in foto. Il resto è tutto occupato dalle case Fanfani del secondo dopoguerra.

  3. il_bacucco ha detto:

    quasi tutto….. c’è uno spazio aperto abbastanza grande, come si vede nelle foto, diciamo 2.000 metri quadrati circa…

  4. PIRATA ha detto:

    cara Leopolda hai perfettamente ragione ma la cosa piu degradante e che in questi ultimi anni LATISANA e sparita dalla memoria collettiva di tutti i paesi che la circondano non siamo piu NIENTE non esistiamo stiamo diventando un paese fantasma le colpe ? quella di essere miopi e di non sedersi tutti dico tutti attorno a un tavolo e cercare di creare oppurtunita per il futuro senza contare i voti Ciao

  5. denis727 ha detto:

    Concordo con il pirata, ma Latisana nn è più al centro di un sistema e di un bacino. Da un punto di vista economico è la periferica di Lignano e delle varie attività connesse, negarlo è da ciechi, basta poi vedere la crescita urbana della zona sud ,. Latisana nn è piu neppure il centro mandamentale di riferimento perché è allà periferia del territorio regionale e con le recenti in nessun serverriforme perdera tutti gli uffici pubblici statali. I treni freccia se si fermano lo fanno solo d’estate. L’ospedale lasciamo perdere, la casa di riposo quelle di San Giorgio di nogArona, Sam Michele e possano sono il doppio capiente e molto piu belle, il mercato è solo di cinesi, i negozianti nn hanno voluto crescere e ora stanno chiudendo e affittano i negozi a. banche e uffici. I comuni del circondario, tranne Ronchis, nn vogliono associarsi in nessun servizio sovracomunale con latisana, basti veder il fallimento dell’ uff commercio. Dai llatisana ha perso molti treni dagli anni 90 in poi, forse servono nuove idee, ma bisogna guardare fuori muoversi e capire chè il mondo corre.

  6. Maurizio ha detto:

    piccola gente partorisce piccole persone che a loro volta generano piccole soluzioni (nel nostro caso, quasi nulle). Non possiamo lamentarci…semplicemente prendiamone atto. A quando Latisana “di” Lignano?

  7. Paolo Miotto ha detto:

    C’era un treno da prendere,era lì a portata di mano,ma non si sa come mai,è stato perso a favore di zone limitrofi.Così abbiamo visto centri commerciali fiorire non molto lontano da qui,quando sarebbe stato logico che,se in un punto avesse potuto sorgerne uno,sarebbe stato nel territorio latisanese.
    Non abbiamo le controprove che avesse potuto funzionare,però,visto i risultati,sarebbe almeno stato saggio provarci.
    Peccato…

  8. Marta ha detto:

    Latisana è diventato, per scelta, solo l’interland di Lignano. Già non concordo su come possa Lignano stessa essere solo un paesino improntato su 4 ombrelloni, 2 negozi e 4 spritz, figuriamoci come si può pensare che i paesi limitrofi possano mettere la loro esistenza nelle mani di un simile atteggiamento speculativo. Ormai Lignano porta pochissimi vantaggi economici, se non nessuno, agli abitanti della zona. Nessuna oppurtunità lavorativa, men che meno annuale. L’interland ha volutamente scelto di far chiudere tutte le sue attività produttive (non commerciali, ma produttive) e sperare che la gente (famiglie intere) potessero campare ugualmente con 3 o 4 mesi di lavoro stagionale, sottopagato e senza alcun servizio familiare associato, senza contare che ormai quei pochi che trovano una misera stagione a Lignano… sono stranieri che lavorano per 3 euro l’ora a nero…. Latisana vuole far spendere soldi alla gente della zona? Che si preoccupi pure di farli entrare nelle tasche di queste persone, altrimenti che si tenga i suoi bei negozi e i suoi locali alla moda. Paesi che non fondono la propria ricchezza su molteplici fattori ( fabbriche, scuole, asili, mense, servizi di tutti i tipi, pesca, oltre che al qui onnipresente commercio) e hanno scelto un’unica via (far spenderei soldi a chi non ne ha più…) sono destinati al degrado. Paesi che si aggrappano come edere a paesi che vivono solo 4 mesi l’anno, e pure male e danno lavoro prevalentemente a manodopera straniera, non possono pretendere di essere credibili agli occhi degli altri paesi friulani. Sarebbe bastato incentivare l’apertura di qualche fabbrichetta, magari senza far pagare l’Imu (tasi o tares che si voglia chiamare) per forse attrarre qualche piccolo imprenditore, e creare decine di nuovi posti (veri e annuali) di lavoro, dunque altri soldi in circolazione. La gente ormai si sposta in luoghi dove c’è lavoro e si può guadagnare, non solo dove ci sono negozi in cui spendere ciò che ormai non si ha più. Bello il mare e la spiaggia…. ma ricordiamoci che a poche decine di km da qui altri paesi ormai UE offrono bellezze maggiori, servizi migliori e prezzi più competitivi. Mi pare che si fosse capito da tempo, mah!

  9. valerio ha detto:

    E sul Messaggero di oggi il Comune comunica che con un “click” si può segnalare quello che non va…

  10. Leopolda ha detto:

    Vero Valerio, l’ho letto anch’io e mi è venuto da sorridere, quasi quasi scrivo ….ma prima dovrei stilare un elenco!!!

  11. Sara ha detto:

    Ha ragione Marta, sono andata via di qui qualche anno fa, e non ci ritornerei neanche morta! Latisana ha solo negozietti per gente coi soldi, non ha nulla di storico, di produttivo, di “serio”, solo feste e apparenza. Quando mi capita di passare ancora di lì, vedo tanti appartamenti in vendita, evidentemente di gente che ha trovato paesi migliori in cui vivere (e non solo spendere….). Un’economia che si regge solo su cose voluttuarie, è destinata a morire, e la cittadina con lei. Le spolliciate in giù ne voglio anche io! Evidentemente la verità sta stretta a chi pensa di poter campare solo spremendo il portafoglio alla gente, e poi si lamenta che la gente non vuole più (o non può più) farsi spremere! Ma pensate a dare un lavoro (vero) alla gente, e poi vedete se l’economia riparte! Quali sarebbero le idee innovative? Far vendere ancora borsette firmate o fare la notte bianca per negozi e bar? E chi ne ha più soldi da spendere?! La gente si sposta dove può giustamente guadagnare, non solo spendere. Mai più Latisana, grazie! Tanto tra qualche anno diventerà una cittadina fantasma, con case, appartamenti e i tanto amati negozi chiusi.

  12. Severino ha detto:

    Tutti a caccia di soldi anche a Latisana. il male e che e più ricercato da parte dell’ opposizione M5S. compreso, ovvero ancora incompreso. ma il Lascito Samuel” end company quanta gente dovrebbe accontentare ?? Non ce ne per tutti inutile che vi fatte la guerra. E quando dico che siete tutti a caccia di soldi, specialmente le opposizioni non sto dicendo xxxxxxx, e per questo che state all’ opposizione, ma soldi per voi xxxxxxxxx che vivete di questi piccoli espedienti non ce ne sono !! (non siamo a xxxxxx) abbiamo già i contribuenti onesti da accontentare che in questo periodo richiedono sacrifici anche dalla giunta attuale, la cui opposizione sta cercando di distruggere tutte le cose buone proposte. Non vi preoccupate che se la giunta dovesse sbagliare qualcosa io sarò il primo a mettergliela nel xxxx. siamo in un periodo particolare, perciò l’obbiettività viene a mancare un pò dappertutto. Non ci possiamo lamentare a Latisana perché e ancora tutto sotto controllo. il nostro sindaco non e che si sta facendo le xxxxx (non ricordo se facesse il falegname prima), sta lavorando seriamente e lo sta facendo per tutti. volete criticare, fattelo pure, però portatemi il vostro CUP. che vorrei vederci chiaro ???

I commenti sono disabilitati.