Un mercoledì da Bacucco: Paperopoli; pinsa; Calici di Stelle; Picchi e Paludo; tasse in Consiglio; Latisana de na volta

Latisana de na volta

latisana de na volta vila sede ospedale austroungarico 1917

Riceviamo e pubblichiamo, e siamo certi che Valerio….interverrà. e magari non solo lui..

Caro Bacucco approfitto della tua cortesia per sottoporre a te a ai latisanesi “vintage” la foto allegata, se qualcuno la riconoscesse fra le molte ville patrizie andate distrutte di Latisana. potrebbe essere molto interessante in quanto è ritenuta la sede di un reparto pediatrico di un ospedale da campo austoungarico di stanza a Latisana nel 17-18. Mi scuso per la cattiva qualità, ma l’immagine è unica, e vorrei renderla di pubblico dominio alla conclusione della mia ricerca. Mi sono rivolto a te in quanto, pur esistendo un forum o due su facebook tipo Sei di Latisana se….. un conto è la goliardia ed un’altro la pubblica informazione. Grassie ancora, te saludo e stame ben! Sergio

n.d.b. grazie  Sergio; io azzardo un Villa Visentin Foro Boario (vedi foto), ma magari Valerio o Vinicio o Joseffino ne sanno più di me……..

villa visentin foto boario

Pinsa, Festa di San Rocco

Tipico dolce dell’epifania, ma anche di ferragosto….almeno a San Giorgio al Tagliamento. Così come in altre piccole realtà, le feste popolari sono state spostate dal periodo oroginario per permettere agli emigranti di rientrare e godere delle giornate di allegra e festa popolare; ecco quindi la pinsa di ferragosto a San Giorgio al Tagliamento nei giorni 8, 9, 10 e 14, 15 e 16 agosto. A Latisanotta, dall’altra parte del fiume,  la musica si sente proprio bene e la festa offre un ricco cartellone musicale e gastronomico.

Calici di Stelle

Sono noti i nomi delle cantine e dei ristoranti che parteciperanno all’edizione 2014 di Calici di Stelle, con la splendida location della passeggiata sull’argine che è stata oggetto di pulizia da parte dei dipendenti comunali; non solo vino comunque: la formula prevede anche due piatti, un assaggino da 2 euro e uno più sostanzioso da 5 euro. Insomma formula giusta, bel posto e speriamo che l’abbinamento coi vini risulti azzeccato; le aziende locali devono abituarsi ai confronti più blasonati, e se fanno i soldi con il vino commerciale, auspico la produzione di una linea alta, anche per gli amanti del vino buono buono.

https://www.youtube.com/watch?v=e_evW-DKYCc

cafe 24 calicii

Picchi e Paludo e 354

Sul Messaggero di martedì leggiamo con piacere che la nostra foto segnalazione di molti mesi fa, con la segnaletica orizzontale sulla 354 all’altezza della rotatoria dei Picchi, è stata presa in carico dal Sindaco e ora anche da FVG Strade. Non si capiva infatti come mai da Lignano si entrava con due corsie e da Latisana solo con una, rallentando quelli che dovevano girare a destra verso Bibione e tutti gli altri. Bene, meglio tardi che mai. Già che ci siamo insistiamo sul semaforo di Paludo. Il tempo del verde in direzione Latisana – Precenicco è troppo breve, soprattutto perché devi dare la precedenza a chi viene da Precenicco se devi andare al Casello di Ronchis. Questo, soprattutto il sabato e quando ci sono gli incidenti che chiudono l’Autostrada, diventa un grosso problema. La soluzione sarebbe dare le chiavi ai vigili e regolare a mano, ma anche una diversa taratura telecomandata (siamo nel 2014, sono andati sulla luna  40 anni fa…) potrebbe fare  al caso.

Tasse in Consiglio

Iniziato martedì alle 17.00 il Consiglio Comunale dedicato al bilancio di previsione, alla IUC, alla TASI, alla IMU e alla TARI: tasse insomma. Tutti presenti: buon lavoro.

..e a Paperopoli, che si dice?

All’Asilo si sono accorti che se aumentano le rette, rischiano di perdere frequenze e iscrizioni e, di fatto, vedono calate le entrate; poi pare che qualche aiutino pubblico arrivi…si sta quindi riflettendo su una operazione che forse non portava da nessuna parte….

pippo_pescatore

Condividi il post!

PinIt

7 commenti su “Un mercoledì da Bacucco: Paperopoli; pinsa; Calici di Stelle; Picchi e Paludo; tasse in Consiglio; Latisana de na volta”

  1. Dennys ha detto:

    Stranamenti a mi, nissun mi ha domandat nuie ,se ben che soi present in plase za di ormai 8 ains mi spetavi di iesi coivolt.Pasiense ,volevi dome dius che une PORCHETE eri bon di presentale ance io…MANDI…BUON CALICI DI STELLE… PS.TRANQUILLI AMICI NOI DELLA CHIACCHIERA PROPORREMO QUALCOSA DI ALTERNATIVO…

  2. denis ha detto:

    Secondo me è la villa ancora esistene nel viale della stazione a sx delle scuole. Nell

  3. sergio ha detto:

    Grazie 1000 Bac per il pronto riscontro, Anche io avevo associato la foto alla villa Visentin ma era solo una impressione e non ne volevo influenzare gli osservatori. La struttura, la recinzione ed il verde circostante sono compatibili con la foto del Foro Boario, si tratta solo di angolazioni differenti. Se altre notizie ergeranno sarò lieto di citare le fonti e i contributi se la mia idea di pubblicare una ricerca sul 15-18 andasse in porto. Spero che la cartolina che hai estrapolato da Delcampe sia nelle mani di qualche paesano e se si chiederei l’eventuale autorizzazione all’utilizzo, nel caso.
    Ciao
    Sergio

  4. il_bacucco ha detto:

    @ sergio, secondo danila ambrosio , e ha ragione, è Villa Picotti, di fronte al Gambrinus…

  5. sergio ha detto:

    Gut, complimenti Danila, son pasà davanti milioni de volte e mai acorto: appena posso passo e dò un ‘occhiata. Magari chiedendo a chi ci abita salta fuori qualcosa!!!
    Comunque la ricerca va avanti su altre piste!!
    Ciao Sergio

  6. bagnarol frait ha detto:

    certo che avere a disposizione tutti questi esperti di viabilità e codice della strada e trovarsi per 12/15 giorni l’anno a fare una coda di massimo qualche decina di minuti è paradossale.
    Vi siete mai chiesti di quanti articoli è composto il nuovo C.d.S. ed il relativo regolamento di attuazione? ..e tutte le leggi correlate, e i decreti attuativi e specifici? Beh, se liquidate così facilmente il problema penso proprio di no! Ma non solo e i soldi che si andrebbero a spendere per correre in vacanza quando invece si dovrebbe indicare nella tranquillità di guida e soprattutto di velocità la strada da percorrere. Stiamo andando o abbiamo appena finito le ferie cominciare o finire rilassati è il minimo. Oggi le auto sono dotate di ogni confort. E per quelle persone che devono andare al lavoro il partire 5 minuti prima non è certo la fine del mondo. ..si tratta in conclusione di 12/15 giorni. La riprogettazione della ex SS 354, ora regionale, dovrebbe essere improntato a provocare nel conducente, che esce dall’autostrada e che quindi è abituato ad una velocità adeguata a quel tipo di viabilità, una naturale moderazione in relazione al contesto in cui si trova, ovvero ciclomotori, bicliclette e pedoni che percorrono quegli ultimi venti chilometri che, è bene ricordare, attraversano i nostri centri abitati. Io vedrei bene una bella aiuola di mezzeria con oleandri di vario colore e, sugli incroci più significativi, rotatorie con verde, certamente ne guadagnerebbe l’estetica e la sicurezza.

  7. stefano toz ha detto:

    Dennys…. bastava fare domanda come hanno fatto tutti. O ti aspettavi che facessero un invito “locale per locale”?

I commenti sono disabilitati.