Una stagione da dimenticare

Estate 2010: soffrono economia e turismo

Ex bowling a Pertegada, foto il bacucco

Latisana deve ancora scoprire quale sia la sua vera identità ed il suo ruolo nella Riviera friulana e nel frattempo mescola, con sapienza e furbizia, i vari aspetti economici per trarne i vantaggi più consistenti. Il commercio non va troppo bene e lo abbiamo visto, del resto mancano posti di lavoro, le fabbriche chiudono e la crisi si fa sentire. Il comparto della nautica tira ancora e non si capisce bene come mai ogni anno si debba litigare per i dragaggi che rendono problematici sia la foce del fiume Tagliamento che soprattutto gli accessi ad Aprilia Marittima: son problemi noti e ogni anno si affrontano in quasi emergenza.


L’agricoltura è al trivio (bivio+1) se dedicarsi al vino, alle culture specializzate di orti e fiori e frutta o ai vegetali di massa adatti agli impianti per produrre energia elettrica: a tale proposito aspettiamo ancora i numeri esatti dell’impianto a biomasse che dovrebbe nascere tra poco a Paludo, nella ex discarica comunale. Sempre nel comparto agricolo abbiamo visto con favore che l’Azienda Agricola Lorenzonetto di Pertegada, sulla S.R. 354, ha piantato degli ulivi, bene. A pochi chilometri da qui, a Palazzolo, è stato avviato un oleificio artigianale mentre uno industriale ha preso avvio a San Giorgio di Nogaro: la coltivazione degli ulivi e la produzione dell’olio può essere una valida alternativa ai pioppeti, anche se non dimentichiamo che qui nella Bassa le temperature sono molto più rigide che in collina: basta vedere i danni fatti qui e quelli non fatti sui colli orientali. Quel che invece fa specie è la situazione della strada che dal casello autostradale porta a Lignano Sabbiadoro: nonostante sia la vetrina più trafficata della regione in estate, sono moltissimi gli esercizi commerciali chiusi, o dismessi, o in cerca di affitto o comunque senza utilizzo, molti davvero. Nelle foto solo un esempio, ma basta rallentare a velocità normale, per notare le chiusure del Bowling Las Vegas, del Ristorante 2 Pini, poi Cinese e soprattutto del recente Ristorante Ribot a Bevazzana, aperto solo qualche anno fa; ma sono chiusi anche i locali ex Sammontana ed ex Orogel, quelli con vario nome tra Pertegada e Picchi, quello poco dopo La Florida, ed molti molti altri ancora.

Il Bacucco

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi il post!

PinIt