Venerdì: concerti sotto inchiesta; Pertegada sporca; Benigno e Punto Nascita; Nomadi e Latisana; asilo aperto a Precenicco; Via Risorgimento; Paperopoli; Punto Nascita e Movimento 5 Stelle;

Pertegada sporca

I soliti igno-bili sono stati messi in evidenza con delle foto nel gruppo facebook sei di Pertegada se: sotto accusa il degrado, cicche, cartacce, rifiuti di ogni tipo, lasciati a terra davanti alla casetta dell’acqua in piazza. Ricordiamo che è in vigore una nuova legge che prevede multe fino a 300 euro per ogni cicca buttata a terra. Con una multa si paga la telecamera.

Via Risorgimento

via risorgimento

Stupido o in malafede? Paola ci manda questa foto scattata mercoledì pomeriggio prima delle 16.00 in Via Risorgimento; si vede chiaramente un cassonetto a fuoco, ma non per opera di vandali, ma perché qualcuno ( vedi domanda iniziale ) ha buttato via la cenere con braci tolta dal caminetto o dalla stufa. E non è la prima volta che succede; la gestione delle immondizie a Latisana è problematica, anche a causa dei frontalieri ( di San Michele ) che trovano più comodo ed economico usare i nostri cassonetti piuttosto che le loro costose discariche. ….” E io pago…” come diceva Totò….

Concerti sotto inchiesta

Sono le società Azalea Promotion e Zenit ad essere finite sotto la lente della Guardia di Finanza per i contributi avuti da enti pubblici per realizzare concerti ed eventi musicali. La normativa europea parla di 200.000 euro in tre anni come cifra massima erogabile e l’accusa è quella di aver percepito molto di più.

Benigno e Punto Nascita

Mercoledì la conferenza stampa di Benigno sulla annunciata chiusura del Punto Nascita, che verrebbe sancita oggi in Regione. Spiace dover accusare il Sindaco, che dovrebbe essere il Sindaco di tutti, ma il suo comportamento è davvero poco congruo rispetto al ruolo che ricopre. Nel video dell’intervista egli apre con queste parole: …” ultime notizie che mi sono state riportate…”. Davvero è allucinante. Il Sindaco di una cittadina di 13.600 abitanti è anche un pubblico ufficiale e dovrebbe, se fa il Sindaco, parlare solo con atti ufficiali e decisioni amministrative. Se fa il Sindaco; se invece fa il trader in Borsa allora può dar credito ai rumors delle varie aziende, così come, per paradosso, se fa il mafioso deve tener conto dei pizzini dei boss. Se fa il Sindaco deve (deve ) dire: il signor Tizio, mi ha detto che e mi ha dato queste informazioni. Oppure non fa il Sindaco, ma fa il politicante e il capopopolo e allora fa l’omertoso e genericamente cita notizia date. Spiace che nessun giornalista gli abbia chiesto di chiarire questo dettaglio che, ribadisco, se attiene al ruolo di Sindaco non può essere sottaciuto. Benigno: chi ha detto e cosa ha detto, questa è chiarezza, tutto il resto è fumo.

Ultima annotazione infine per i presenti: davvero pochi i Sindaci venuti a fargli man forte, sintomo di un uomo incapace di aggregare e unire.

Nomadi e Latisana

nomadi

Ecco il programma del Nomadincontro a Novellara.. Tra gli ospiti di domenica 21 febbraio anche il coro “E’ più bello insieme” di Latisana. Ancora 4 posti disponibili in corriera prenotabili al 3397739491. Costo biglietto euro 40 (pulmann+concerto dei Nomadi).

Asilo Aperto a Precenicco

scuola aperta a precenicco

Buon giorno, siamo le maestre della scuola dell’infanzia “A. Trevisan” di Precenicco. Abbiamo organizzato due giornate Scuola Aperta per far conoscere la nostra struttura e la nostra programmazione didattica. Cordiali Saluti, Annalisa, Emanuela

… e a Paperopoli, che si dice?

Missione a Roma per i due consiglieri regionali di opposizione, Paride Cargnelutti e Alessandro Colautti; su mandato del Vice Sindaco Angelo Valvason i due andranno dalla Ministra Lorenzin a perorare la causa dell’Ospedale di Latisana……

lorenzin

Peperopoli due

spagnolo 2001

Abbiamo ricevuto questo “santino” elettorale riguardante le elezioni comunali del 2001. Sgomberiamo il campo da dubbi, non si tratta di un fotomontaggio, ma quello che vedete è originale. Per aiutarvi a rispondere possiamo dire che Maddalena Spagnolo, in appoggio a Mattassi della sinistra, ebbe 17 voti di preferenza e che la Lega Nord, schierata contro Mattassi e con la Sette (vincente alla fine) raccolse 284 voti. Tutti i dati ufficiali sul sito della Regione.

La cosa davvero curiosa è che nel 2001 Maddalena Spagnolo si candidò con Mattassi contro la Sette, e perse, ma capì bene la cosa e infatti alle elezioni successive la troviamo assessore in giunta proprio con la Sette e dentro la Lega, non con la sinistra. Prima contro e poi con. La cosa deve esserle piaciuta perché nel 2011 fece la stessa cosa: si candidò a Sindaco contro Benigno e poi l’abbiamo avuta Assessora in giunta proprio al fianco di Benigno. I giovani della politica dovrebbero imparare da questi giochetti.

Spagnolo ok, e Valvason?

valvason 2001

Anche Angelo Valvason si candidò nel 2001, nella lista “ Laici per il Centro Riformista”, sempre in appoggio a Giorgio Mattassi e raccolse ben 162 preferenze, tante. Entrò in Consiglio Comunale. Nel 2006 appoggiò la candidatura a Sindaco di Lorio Murello nella lista UDC, scendendo a 78 preferenze, contro Micaela Sette e contro Ernesto De Marchi; il risultato fu uno schiacciante 64.11% della Sette.

Punto Nascita e Movimento 5 Stelle

M5S: Sergo, punto nascita Latisana, emergenze vanno mantenute

28 Maggio 2015, ore 17:50 (ACON) Trieste, 28 mag – COM/AB – Sul caso spinoso del punto nascita di Latisana va fatta una premessa importante, onde evitare facili strumentalizzazioni da parte di chi non segue nel dettaglio queste vicende.

L’assessore Telesca parla di “decisione inaccettabile” se questa finisse per mettere territori e comunità gli uni contro gli altri. L’impressione è che ci si sia già dimenticato che il depotenziamento di ospedali e reparti (guarda caso strutture che si trovano in comuni quasi sempre governati dal centrodestra) sia stata una scelta divisiva non certo conciliante. Così come ci si è già dimenticati che a mettere in contrapposizione le comunità di Palmanova e Latisana sia stata proprio la Giunta Serracchiani, che a dicembre ha sancito la chiusura di uno dei due punti nascita.

Noi del MoVimento 5 Stelle – sottolinea Cristian Sergo, portavoce in Consiglio regionale – partendo da questa decisione – tra l’altro ribadita mercoledì in Aula dall’assessore – abbiamo dimostrato invece, con dati che nessuno è riuscito a confutare in due ore di discussione, perché sia nell’interesse dei cittadini e della Regione mantenere la struttura di Latisana che – è bene ricordarlo – è stata potenziata con investimenti milionari poco tempo fa dalla Giunta Tondo.

Tutto questo a dimostrazione di come le scelte della politica non siano sempre logiche e comprensibili ai comuni cittadini.

Il Pd, solo alcuni mesi fa, sottolineava che la riforma sanitaria avrebbe dovuto potenziare i servizi per i cittadini e non certo eliminarli. E tra quelli da potenziare c’erano proprio i reparti per l’infanzia. Come tutti sanno, il MoVimento 5 Stelle è contrario ai doppioni inutili, ma si batte invece con forza a favore delle strutture deputate alle emergenze. In questo campo è evidente che la Giunta Serracchiani abbia preso una decisione diversa, ma non perde l’occasione per scaricare le responsabilità su chi segnala pubblicamente queste contraddizioni.

Il MoVimento 5 Stelle, non avendo interessi privati o elettorali da difendere, quando prende una posizione non è mai legato all’ipocrisia della vecchia politica che, prima di assumere una decisione, sfoglia il calendario per guardare quando ci saranno le prossime elezioni. È forse un caso che sia Latisana che Palmanova vadano al voto fra un anno? Crediamo proprio di no.

Tra le cause che secondo la maggioranza di centrosinistra motivano la chiusura del punto nascita di Latisana c’è anche la presunta scarsa sicurezza per madri e nascituri, legata al fatto che la struttura affronta meno parti durante l’anno rispetto agli altri punti nascita presenti nel Friuli Venezia Giulia.

“Autorevoli studi” ritengono, infatti, che nelle strutture con meno di 500 parti si verificherebbe un aumento del numero dei parti cesarei. Sarà anche vero, ma stando agli ultimi dati rilasciati dall’Agenas (l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali) Latisana ha la seconda percentuale più bassa di parti cesarei effettuati in regione.

Condividi il post!

PinIt

Un commento su “Venerdì: concerti sotto inchiesta; Pertegada sporca; Benigno e Punto Nascita; Nomadi e Latisana; asilo aperto a Precenicco; Via Risorgimento; Paperopoli; Punto Nascita e Movimento 5 Stelle;”

  1. Annamaria ha detto:

    Pertegada sporca mi sembra esagerato nel titolo. 2 metri quadrati indecenti non bastano per etichettare un paese come sporco. E i rifiuti non sono di tutti i tipi.. Non amplifichiamo le cose solo per il gusto di far notizia per favore. Grazie

I commenti sono disabilitati.