Venerdì: Paviotti & Co. ; Lignano Enduro; Vino premiato; Lignano/Latisana

Lignano/Latisana

Dopo 56 anni poco e nulla è cambiato, almeno questa è la sensazione percepita durante il Consiglio Comunale di giovedì quando il Sindaco Fanotto ha parlato di UTI le Unioni Territoriali che si stanno formando in tutta la Regione in base alla Legge “Panontin”. Dall’intervento del primo cittadino, che ha rivelato come Lignano abbia chiesto (inutilmente pare) alla Regione un trattamento diverso e speciale per Lignano che “è diverso da tutti gli altri 218 Comuni della Regione” (Fanotto), e dall’intervento a seguire di Teghil, che ha paventato il clima appunto da pre-1959 (anno dello stacco della frazione di Lignano dal Comune di Latisana), la sensazione appunto è che Lignano voglia essere trattata diversamente dagli altri Comuni della futura UTI e l’esempio citato, ovvero la prevista parità fiscale (diversa da Lignano a Latisana per esempio) è solo la punta di un iceberg politico e amministrativo che è destinato a produrre scintille e frizioni. Panontin avrà il suo da fare a pacificare i vari Comuni, ma resta la sensazione netta che Lignano poco e nulla voglia a che fare con “gli altri”.

Paviotti & Co

Citiamo il capogruppo della lista Cittadini perché è apparsa una sua intervista oggi sul Gazzettino, ma è solo uno spunto. Spunto per poter dire…… dove sono andati tutti quelli che erano venuti a fare campagna elettorale a Latisana? Li avete visti di recente? Sono stati protagonisti di iniziative per questo territorio? Ovviamente l’osservazione vale per tutti e la dice lunga sulla ormai aperta campagna elettorale; ci aspettiamo visitors e promesse, proclami e dichiarazioni d’amore per il territorio. E’ normale, non giusto ma normale, siamo abituati, benvenuti visitors.

Lignano Enduro

enduro mcs

A Lignano il meglio dell’Enduro Mondiale. — Sale la febbre per la prima prova del Campionato Italiano Assoluti d’Italia di Enduro e per la Lignano Enduro Beach Race, che questo weekend riaprirà le danze con una due giorni stellare a Lignano Sabbiadoro. Nuova location e nuova formula per un campionato che vedrà al via i migliori atleti dell’Enduro Mondiale; da Antoine Meo quattro volte iridato a Matthew Phillips trionfatore nel mondiale 2014, da Johnny Aubert con due mondiali in bacheca a Cristobal Guerrero, passando per gli azzurri Alex Salvini iridato 2013 e campione italiano in carica, Oldrati, Balletti, Philippaerts, Monni, Soreca per arrivare infine a una new entry che farà tremare i maschietti dell’Offroad nazionale, la 16 volte campionessa del mondo (13 Trial e 3 Enduro) Laia Sanz, capace di entrare nella top ten alla Dakar 2015, miglior donna di sempre. Tra i piloti regionali in corsa per il podio, il poliziotto di Aviano Maurizio Micheluz ed il triestino Alessandro Battig, pilota del Team Honda nel mondiale. Il taglio del nastro della stagione dell’enduro nazionale, vede il ritorno sotto i riflettori delle due ruote tassellate, di una località che ha fatto la storia dell’Enduro con la mitica ed indimenticabile “12 ore Lignano”. Per quest’anno cambia la formula, ma non la passione e l’impegno che il Motoclub Sabbiadoro, guidato dall’instancabile Silvio Plozzer, ci mette. Due giorni intensi, che saranno un punto di partenza per un Enduro nuovo, dove il trasferimento viene ridotto e i giri vengono aumentati. Due le prove speciali da affrontare tutte d’un fiato: lo spettacolare tracciato sulla spiaggia di Lignano Sabbiadoro da affrontare in circa 10-12 minuti, e il Cross Test, situato nei pressi del Luna Park, che sarà percorso dai piloti subito dopo la partenza. Prima giornata di gara sabato 21 febbraio, articolata su due speciali cronometrate da ripetersi quattro volte ciascuna. Sabato sera in notturna alle 19, sotto i riflettori di Terrazza Mare, adrenalina e spettacolo con la prova estrema, con i piloti in gara su diverse manche, sull’impegnativo tracciato con tronchi e pietre. Il Campionato Italiano, proseguirà domenica mattina 22 febbraio, ripetendo le stesse prove speciali del sabato, quella su sabbia ed il Cross Test su terreno più duro. Al termine del Campionato Italiano, alle ore 14 di domenica 22 febbraio, partirà la Lignano Enduro Beach Race. L’evento Marathon della durata di due ore, si correrà su un tracciato di circa cinque chilometri. Alla competizione lignanese parteciperanno tutti i tesserati con FMI e federazioni straniere, per una gara che vedrà i piloti sfidarsi in contemporanea, fianco a fianco sulla sabbia. Partenza con i migliori schierati davanti nella griglia di merito e subito dietro i tanti piloti appassionati, che avranno il privilegio di gareggiare assieme ai campioni, che avranno appena terminato la sfida del Campionato Italiano. Il grande Enduro Internazionale che un tempo a Lignano Sabbiadoro era di casa è ritornato.

Vino premiato

E’ della zona Doc Friuli Latisana uno dei tre migliori vini dolci d’Italia. L’Annuario dei Migliori Vini Italiani 2015, le cui premiazioni si sono svolte a Roma Sabato 14 Febbraio, ha assegnato al Verduzzo Friulano 2013 della cantina Isola Augusta di Palazzolo dello Stella il terzo premio come miglior vino dolce d’Italia. Il riconoscimento è stato conferito sulla base delle caratteristiche peculiari di questo vino friulano dalle note profumate fruttate e floreali e dalla equilibrata dolcezza, che lo rende particolarmente piacevole.

Non si mette mai abbastanza in evidenza come in Friuli Venezia Giulia, oltre ai vini bianchi di pregio e agli interessanti vini rossi, vi sia una produzione di vini dolci davvero notevoli, tra cui spicca il Verduzzo Friulano, tra i migliori di quella categoria che viene generalmente definita “vini da dessert”. In verità si tratta nella maggior parte di casi di vini che possono essere apprezzati al loro massimo come ”vini da meditazione”, cioè degustati a fine pasto o comunque senza necessità di accompagnamento o in abbinamento a formaggi stagionati ed erborinati.

Il Verduzzo Friulano di Isola Augusta rientra tra i migliori vini d’Italia dell’Annuario per il terzo anno consecutivo, e le sue qualità lo rendono un perfetto compagno per i formaggi stagionati friulani. Si tratta di un connubio “per contrasto”, in cui le note dolci del vino incontrano il sapore salato del formaggio, regalando una sensazione inedita per il palato ed esaltando entrambe i gusti. Essendo l’azienda di Palazzolo dello Stella anche agriturismo, la degustazione del vino e gli abbinamenti possono anche essere provati direttamente in cantina, così da assaporare tutto il piacere che deriva dal turismo del vino.

Isola Augusta si trova, infatti, nella zona Doc Friuli Latisana a pochi passi da Lignano e dalle aree naturalistiche della Laguna di Marano e della Riserva Naturale Foci del fiume Stella. Questa zona vitivinicola, tra le più piccole del Friuli Venezia Giulia, è nota per i suoi vini profumati e dal particolare equilibrio e freschezza. I terreni ricchi di sali minerali e il microclima caratterizzato dalle correnti di aria calda e salmastra portate dal mare Adriatico ne fanno uno dei luoghi maggiormente vocati alla produzione di vini di qualità.

Condividi il post!

PinIt