Venerdì: prostitute; Kursaal e Befed; ferragosto su due ruote; parcometri

Prostitute

prostitute tra paludo e crosere

La “mappa” aggiornata nei commenti; confermo che il Sindaco è stato avvisato ed è a conoscenza del problema. Ecco la foto (grazie C.T.) di giovedì pomeriggio tra Crosere e Paludo.

Parcometri

Finita la pacchia del parcheggio gratis; ecco arrivati i nuovi parcometri

DSCN9826

Kursaal e Befed

Vedi www.lignano-sabbiadoro.it

Ferragosto su due ruote

Vedi www.lignano-sabbiadoro.it

Mappa ciclabili

Mappa percorsi ciclabili, bella e fatta bene, la trovate gratis nei punti informativi turistici, anche a Latisana.

Musica e Settembre DOC

Musica e Settembre DOC, ovviamente non parliamo dei concerti in piazza, ma degli impianti e gruppi che animano i vari stand delle organizzazioni sportive e di frazione che danno vita a una sorta di gara per vedere chi raccoglie più amici e consensi; speriamo davvero che le recenti restrizioni alle normative, con i vari regolamenti ecc non arrechino fastidio a chi vuole, per tre giorni, divertirsi magari anche un po’ tardino…..

Condividi il post!

PinIt

3 commenti su “Venerdì: prostitute; Kursaal e Befed; ferragosto su due ruote; parcometri”

  1. Paolo Miotto ha detto:

    Quando facevo il presidente della sezione di Precenicco dell’Avis,mi occupavo,assieme ai miei collaboratori,di organizzare la festa campestre “Li mirindutis”,il 25 aprile di ogni anno.Questa festa durava un giorno,intendo proprio un solo giorno,e,all’inizio,era molto bello preparare il luogo,tra le altr cose,bellissimo a Titiano dietro la chiesetta della Madonna della neve,bellissimo e gratificante.Col passare degli anni,cominciarono i problemi:di volta in volta,ci chiesero i disegni del posto,una cucina,col relativo pavimento,servizi igienici,estintori,e,per ultime,le vie di fuga….Faccio punto su quest’ultima cosa,in quanto il luogo si trova in mezzo ai campi,e non dico altro.Ebbene,ci ritrovammo ad essere anche responsabili delle persone che ci venivano a trovare per consumare la famosa fartae cul salamp.Vorrei far notare che,come mi disse un responsabile una volta,”..devi sapere chi viene a casa tua,,” ,quindi,per quel giorno,il luogo diventava praticamente,un’appendice di casa mia!!!L’incasso era di poche centinaia di migliaia di lire,che,una volta depurato dalle spese,era la nostra fonte di risorse per coprire le spese correnti di una sezione (bolli,carta,affitti).
    L’altro giorno,a Lignano,una ragazza si è sentita male in discoteca,locale giustamente sequestrato ed oggi dissequestrato…vorrei sapere se per queste persone esiste e viene applicata la stessa norma o se ritengono che casa sua sia assolutamente scevra da ogni rischio di contaminazione esterna!!!
    Come al solito,i poteri forti esistono,e a volte sono molto più vicini a noi di quello che sembra!!!!!!!! Mi vergogno di questa Italia,in balia di carte bollate e pasciuti avvocati!!!!!!

  2. fosca ha detto:

    Confermo che passando verso le 18:40 la ragazza era lì pure oggi.Terzo giorno.
    Tristezza essere nel 2020 quasi e saper cne l’uomo invece di seguire <> ,vive come un bruto…ragazze costrette a vendersi per campare soddisfando a pagamento istinti bassi di uomini bassi di principi…guerre prostituzione furti violenze…ma fino a quando faremo dilagare il male?

  3. Ferruccio Casasola ha detto:

    Dalla caccia alle streghe alla caccia alle prostitute. Ma credo che queste poverette siano probabilmente solo il terminale di un’organizzazione malavitosa che subdolamente si sta insinuando nel nostro territorio, finora immune da certi fenomeni devianti. Quindi il male andrebbe colpito alla radice, ma questo non è’ certamente compito dei cittadini, ma delle istituzioni e delle forze dell’ordine. Positivo comunque che dei cittadini denuncino le devianze, purché ciò non si trasformi, appunto, in una paranoia.

I commenti sono disabilitati.