Venerdì: punto nascita e Ospedale; finti velox; Paperopoli; la Via dei Berici; immagine; Trofeo Coni; Fusione e confusione

Trofeo Coni

Vedi www.lignano-sabbiadoro.it

http://utirivierabassafriulana.simplesite.com/

Punto Nascita

Uno che ha fatto e vorrebbe ancora fare politica mi ha consigliato di rileggere il resoconto della conferenza stampa del direttore dell’Azienda Sanitaria Latisana-Palmanova-Gorizia, Giovanni Pilati. Atteso che Pilati è anche un politico esperto, basta vedere le sue recenti dimissioni per motivi personali rientrate dopo un incontro in Regione, occorre leggere tra le righe di quanto riportato dal Gazzettino. Egli dice che per Latisana verranno aperti e potenziati due nuovi reparti, il centro dialisi e il centro riabilitazione, oltre alla risonanza magnetica già deliberata. Ora, siccome a Latisana non danno mai nulla, ma anzi tolgono, non vorrei che si trattasse di una compensazione preventiva, ovvero ti diamo questo e poi ti togliamo quello. Ora non entro nel merito se socialmente è meglio avere Punto Nascita o questi servizi, dico solo che ho l’impressione che le decisioni non siano mai trasparenti, e mi spiace per la Telesca, che ha la mia stima, ma questa gestione da parte della Regione è catastrofica.

Fusione e con fusione, riceviamo e pubblichiamo

Con-Fusione a Freddo: la posizione del Pd di Latisana-Ronchis sulla vicenda della mancata Fusione

Il PD di Latisana e Ronchis ritiene che la fusione dei due Comuni possa rappresentare una prospettiva di grande interesse per le nostre Comunità. La riteniamo una questione di tale importanza che ci sembra inopportuno che venga affrontata, soprattutto a Latisana, da una maggioranza che in questi ultimi quattro anni, ma anche nei precedenti, si è distinta per la sua inconcludenza politica e amministrativa, e lo stanno a dimostrare tanto la fallimentare gestione di una serie di progetti quanto la perdita da parte di Latisana di qualsiasi ruolo di valenza territoriale.

Nei mesi scorsi era girata insistentemente voce della intenzione dei Sindaci Benigno (Latisana) e Biasutti (Ronchis), entrambi di centro-destra, di proporre la fusione ai rispettivi Consigli comunali. Molti si aspettavano di vedere Latisana e Ronchis, perciò, nelle lista di quelli rientranti nel “Piano di fusioni annuale” della Regione. Il termine era il 15 di settembre, ma i due comuni non c’erano. Sembrava, pertanto, che andassero alla richiesta in regione per conto proprio. Una operazione ambivalente e contraddittoria fin dall’inizio, segno della debolezza e fragilità di questo centro destra e di Forza Italia in particolare. Da un lato, avversi alla riforma degli enti locali tutta, dall’altro, per motivi probabilmente di convenienza “politico-elettorale” pronti a votare gli Statuti e/o a proporre fusioni intempestive e strumentali. Ma qualcosa, evidentemente, non ha funzionato.

Le attuali Amministrazioni dei due Comuni si sono affannate per portare in tutta fretta nei prossimi Consigli Comunali una ipotesi di fusione, priva di quel minimo di preventivo confronto e riflessione da farsi nelle due Comunità per comprenderne i vantaggi e le ricadute di una eventuale proposta prima di avviare qualsiasi iter politico amministrativo (delibere, referendum ecc).

A nostro avviso una proposta così confusa e azzardata sembrava fatta più per cercare di rimandare la prossima scadenza elettorale del 2016, magari “condendola” con l’allettante prospettiva di accaparrarsi i contributi regionali per le fusioni, piuttosto che per venire incontro alle esigenze future delle Comunità di Latisana e Ronchis.

Come Pd, nei primi giorni di ottobre, incominceremo un confronto pubblico sui temi dell’UTI e della fusione dei Comuni, ponendolo al centro della discussione che ci porterà all’appuntamento elettorale della prossima primavera.

Finti velox

Li mettono a Lignano, in Viale Europa, capaci però di abbinare davvero il velox. Sono dissuasori insomma, ma anche controllori.

… e a Paperopoli, che si dice?

Dopo Myriaphora, dopo la “Vela”, dopo il Golf e la darsena, dopo la Città della Salute, dopo tante promesse, ecco finalmente la fusione nucleare…

fusion_nucleare

Scuola di Musica; ecco i partecipanti al bando che si avviano alla selezione…

un uomo solo

La Via dei Berici, 3-4 ottobre 2015

Notizia dedicata ai molti appassionati delle due ruote di Latisana e dintorni

Vdb – Via Dei Berici – Mtb Charity Ride. – Eccoci di nuovo pronti per assistere ad un’altra interminabile partenza. L’anno 21 è stato una vittoria: 2.630 generosi hanno voluto essere parte della Via dei Berici e 1.470 di loro hanno scelto di essere “supergenerosi” rinunciando alla loro cauzione chip; un altro record conquistato, che ci ha permesso di batterne un altro ancora, quello della solidarietà, con 31.000€ devoluti in beneficenza.

Siamo arrivati così a superare i 313.000€ donati a partire dal 1995. Ne andiamo fieri e siamo convinti che sia così anche per voi che pedalate ogni anno con la VDB.

La speranza per quest’anno è quella di vedere quel meraviglioso fiume di biciclette sfilare ancora più numeroso, minuti di emozioni fortissime…

E abbiamo un sogno, che quei biker indossino con orgoglio i nostri colori diffondendo gli ideali di “sport, natura e solidarietà” che sono l’essenza della VDB. La VDB rimane una manifestazione di mountainbike che con due percorsi magnifici regala a tutti lo stupendo paesaggio dei colli berici!

Ma come non citare il pacco Gara. – Tutti gli iscritti hanno diritto al pacco gara che contiene: 1 conf. di Caffè Vero da 250g, 1 fascia multiuso offerta da Saby Sport, grissini Morato Pane, 1/2 litro di acqua naturale Lissa, 1 borraccia Volchem, 2 confezioni da 1/2kg di pasta Sgambaro di grano duro trafilato al bronzo, borsette Itas. Info ed Iscrizioni su www.laviadeiberici.it!

Immagine.

Ecco l’immagine scelta per la manifestazione FuoriRegata di Trieste; stupenda.

FuoriRegata r

Condividi il post!

PinIt