Venerdì: Via Rocca; Via Risorgimento; bullismo; PSR; Affido,; Tex – risposta; caprioli e cinghiali; concerto; Tagliamento

Concerto

Venerdì 7 novembre alle 21.30 presso il Bar Italia a S.Michele al Tagliamento, Maurizio Perosa e i suoi musicisti presentano in versione semi acustica la loro proposta di canzoni inedite! Ospite della serata il cantautore Tarvisio Miky Martina, uno dei piú sorprendenti cantautori friulani!

Caprioli e cinghiali

Segnalata la fuga delle povere bestie dalla piena del fiume; occhio soprattutto di notte, sono spaventate e attraversano la strada.

Bullismo

Grazie a Stefano Cozzutti, ecco il testo guida del Ministero contro il bullismo.

http://www.smontailbullo.it/webi/_file/documenti/CIRCOLARI/linee%20guida%20Friuli%20V_G.doc.pdf

Via Rocca

Ecco Via Rocca finalmente sistemata, con la posa dei cubetti di porfido ad arco, come si deve fare. Speriamo resista  al passaggio dei mezzi pesanti e speriamo anche che stesso trattamento venga fatto per Piazza Indipendenza.

DSCN7401

Ambito; spettacolo

In allegato per conoscenza la locandina dello spettacolo di Carlo Pastori organizzato dall’Ambito a conclusione  della campagna di sensibilizzazione all’affido familiare tenutasi nel mese di ottobre nei comuni di Porpetto San Giorgio di Nogaro e Torviscosa.

Cordiali saluti, l’Istruttore A.C.

affido 1

PSR

Sigla strana, Programma Sviluppo Rurale, ovvero soldi che la Comunità Europea e lo Stato danno alle aziende agricole, ma anche ai programmi e progetti collegati all’agricoltura, al territorio, all’agriturismo e a tutto quello che collega gente all’agricoltura. Sul sito della Regione, leggiamo (estrapolazione) .. ….Quest’anno però il raggiungimento della soglia di spesa minima per evitare il taglio automatico si presenta più difficile rispetto agli anni precedenti: infatti, ad oggi, nonostante le proiezioni di settembre fossero più che positive, il territorio non ha ancora presentato agli uffici regionali domande di pagamento in valore sufficiente da permettere di evitare la decurtazione automatica per l’anno in corso…..

Quindi, se abbiamo capito bene, ci sono più fondi che domande, e questo è assurdo, che si spiega in due modi. La burocrazia per ottenere questi fondi è talmente complicata e la gestione un pochetto…”riservata”…. Che pochi lo sanno e pochi hanno la possibilità di chiedere soldi in base a progetti. Insomma le cose sono state gestite con un ampio (??) passaparola, ma evidentemente a troppe poche persone e aziende. Il secondo aspetto è che mancano idee e progetti, programmi e iniziative e questo lo abbiamo visto anche in ambito turistico, con il Veneto molto più “sgaio” del Friuli.  Siccome la citazione dei fondi PSR è obbligatoria  nelle iniziative che godono di questo contributo, vi assicuro che ne abbiamo viste di cotte e di crude, dal Convegno al depliant, dal sito web alla ciclolonga,  dall’esposizione alla manifestazione più complessa, per fare degli esempi. La scarsa informazione, la burocrazia e, soprattutto, la mancanza di uno sportello comunitario che dica…ei…ci sono soldi, venite a prenderli, penalizza sempre i meno furbi e i meno capaci.

Tex Willer, riceviamo nei commenti

Ho letto l’articolo di Tex e condivido il contenuto ma il problema più grande è come superare questa impasse che regna a Latisana fra amministrazioni comunali e cittadini (prendi a esempio cosa e successo dopo l’ultima tornata elettorale: cambiamenti di poltrone , dimissioni e promesse non mantenute ) stravolgendo completamente la composizione delle volontà degli elettori. E allora cosa fare, siccome non si deve essere sudditi sarebbe doveroso creare un MOVIMENTO trasversale non politico (che non nasce per partecipare alle elezioni) che ha la priorità di garantire a noi , ai nostri figli e ai nostri nipoti le garanzie di un futuro migliore creando una società che parla e si confronta. E qui per creare tutto questo bisogna esporsi essere visibili e occupare parte del nostro tempo a, iniziative che ha Latisana sono già state portate a buon fine.Se si crede a questo e ci si mette di buona volontà come dice il detto SE SON ROSE FIORIRANNO in ogni caso non e tempo e impegno gettato al vento . Pitacco Pietro

Via Risorgimento

Ho abitato per qualche anno in Via Risorgimento, all’altezza di Via Volta, e quindi parlo con cognizione di causa. A Metà degli anni ’60, Via Risorgimento era il “bronx” di Latisana, governato, si fa per dire, da una banda di ragazzini terribili e quelli del “centro”, quelli dei negozi, quelli dell’Oratorio,  non potevano e non osavano entrare. Gli scontri tra “bande”, anche se allora il termine era più da libro Cuore che da reato penale, erano quotidiani e si sviluppavano perlopiù sull’argine, terra di nessuno. Quelli del centro erano fighetti mentre quelli di Via Risorgimento si presentavano con fionde che sparavano pallini o sassi: roba da tentato omicidio, oggi. Le ginocchia sbucciate e i cazzotti erano all’ordine del giorno. Mi immagino se allora ci fosse stato Facebook: una terza guerra mondiale a Latisana!

Tagliamento

le foto di giovedì mezza mattinata

DSCN7402

DSCN7403

Condividi il post!

PinIt

3 commenti su “Venerdì: Via Rocca; Via Risorgimento; bullismo; PSR; Affido,; Tex – risposta; caprioli e cinghiali; concerto; Tagliamento”

  1. tisana ha detto:

    Sign.Pitacco, una domanda non tendenziosa, ma lei da che parte sta dalla parte dei PIRATI……da quella dei SELFISTI……o prossimamente da quella degli SCAFISTI?, sa perchè, leggo sempre i suoi interventi, e mi lasciano un retrogusto strano, mi dicono che celino dei personalismi con alcuni esponenti della politica attuale, ma quello che più mi lascia basito, e vedere come mai, con altri esponenti dello stesso “pensiero” assuma un atteggiamento di convivialità……inoltre credo che la ricetta di creare un movimento trasversale apolitico (con persone politicamente navigate) non abbia senso, e probabilmente non ha nemmeno potere decisionale nelle questioni e sono solo ALCUNE questioni, quelle esposte dal buon TEX…….si rimbalzerebbe sempre sul solito muro di gomma…..
    è proprio vero….purtroppo le garanzie da lei auspicate, vanno ricercate altrove……in un’altra società….se non si vuole essere sudditi……
    Saluti

  2. PIRATA ha detto:

    Egr. tisana non ho nessun problema a risponderle e lei mi da spunto a partire dalla convivialità; è vero ed é proprio quello che vorrei , che questa cittadina ritornasse ad aprirsi a stare assieme a discutere i problemi indipendentemente da che parte politica la persona che hai di fronte sia schierata. qui si tratta di far risorgere un paese che sta diventando sempre più piccolo ed emarginato , ci sono problemi che devono essere condivisi a prescindere . Lasci perdere pirata, velisti e altre parole da lei usate ,ho partecipato a varie competizioni elettorali ho cercato di portare il mio apporto sicuramente non sono riuscito e delle volte ho sicuramente sbagliato e anche scelto male le alleanze ne sono cosciente ma non mi sono mai e poi mai messo in testa di dividere la popolazione (a qualcuno e stato anche proibito di frequentare certe compagnie ) e qui che nasce la frattura tra amministrazione e popolazione e la voglia dei giovani di non partecipare , è un prezzo che la democrazia non può sopportare e si scivola nel essere sudditi , siccome il mio carattere me lo impedisce di essere suddito vorrei con il mio scritto dare una scossa , ma lei è subito scivolato ancora una volta nel vecchio teorema comunque la ringrazio per la sua e spero di incontrarla e conoscerla perche ancora una volta lei si nasconde, sarebbe meglio che uscisse sono sicuro che può essere utile per questo paese. pitacco pietro

  3. tisana ha detto:

    Caro Pietro, sicuramente la sua risposta è abbastanza esaustiva, oltre a renderle onore;apprezzo la sua schiettezza e l’analisi fatta del suo operato,devo ricordarle (e lei da politico navigato ne è a conoscenza meglio di me), che purtroppo nella società ci sono anche gli avvoltoi….e quelli non vivono la convivialità spensieratamente come la vive lei…quindi credo che bisogna fare delle scelte, con cui condividere argomentazioni…..sa, c’è molta gente metodica,che non discute democraticamente di problematiche per affrontarle, per puro senso civico, ma soltanto perchè è alla ricerca di riflettori, di carri su cui salire….e poi parliamoci chiaro, a quanti paperopoli abbiamo assistito di gente che ballonzola da una parte all’altra pur di mantenere una poltroncina….e veramente pensa che nello stare insieme a taluni si possa costruire qualcosa?
    Il paese non deve risorgere, va rifondato,resettato, e va fatto politicamente, non trasversalmente…….
    in quanto alla mia identità non credo che sia fondamentale sapere chi sono,da dove vengo e cosa faccio,non è questione di viltà; piuttosto, meglio sapere che comunque anche nell’anonimato m’interessi delle problematiche del paese; già questo di per sè mi rende presente e partecipe allo stesso modo, ma stia tranquillo, sarò io stesso a cercarla, quando le condizioni e le circostanze saranno mature.
    Saluti

I commenti sono disabilitati.