video poker e provincia

Latisana e videopoker

legalità sale azzrdo

Le trovate ovunque, tra un caffè e un quotidiano, prima dello spritz e dopo aver giocato al lotto: parliamo delle macchinette mangiasoldi dei videopoker, che hanno anche delle sale tutte dedicate a loro, dei mini casinò dove sei certo di una sola cosa: perdere soldi, anche a Latisana. Sono costruite per farti perdere, legalmente. Hanno una percentuale di vincite, dicono loro, ma ovviamente una percentuale di “perdite”, che è più alta…ca va sans dire!. E il nostro Sindaco cosa fa? Oltre a dirsi preoccupato per il futuro dei giovani, oltre a fare il consiglio comunale dei ragazzi, praticamente, concretamente cosa fa? Per esempio potrebbe farsi promotore di una iniziativa friulana, sulla falsariga di quella qui sotto citata. Potrebbe….dovrebbe….

http://www.falacosagiusta.org/altramministrazione/http://www.falacosagiusta.org/altramministrazione/wp-content/uploads/2009/09/Manifesto-Sindaci-11-01-2013.pdf

Provincia– segue  — clicca  —

La Provincia va abolita, lo dico da mesi e non trovo mai nessun motivo per difendere questo ente inutile e costoso, che tra l’altro cui costa anche nella compravendita delle auto. Trovo però sempre validi motivi per perorarne la chiusura, questo è un altro. La Strada Provinciale 102 porta da Paludo a Precenicco e in questi giorni hanno  diffuso del diserbante o dissecante, per evitare di tagliare l’erba vicina ai paletti segnaletici e catarifrangenti. Con due danni evidenti. Il primo danno è ambientale ovviamente, con la dispersione dei prodotti chimici che prima o poi vano nei campi e nella nostra tavola. Il secondo è che loro risparmiano sul personale con l’unico risultato di deprimere la economia e far guadagnare meno alla gente; non si capisce bene il senso di questa operazione, che serve solo a lasciare poi i bilanci liberi per stipendi e consulenze o magari quelle risibili sagome nere messe ai lati delle strade. Devono tagliarsi gli stipendi e dare più lavoro: se nessuno lavora stanno male tutti; ma questo i politici lo sanno e poco fanno per cambiare le cose.

DSCN1419

DSCN1420

Condividi il post!

PinIt

6 commenti su “video poker e provincia”

  1. davide ha detto:

    Appoggio la causa per la soppressione dell’ente (simbolicamente sono stato tra quelli che ha rifiutato la scheda per la provincia alle scorse elezioni), ma quest’ultima polemica, Bacucco, mi pare davvero infondata: il diserbo usato non provoca un inquinamento superiore alle auto che percorrono questa strada; non è un sistema per levare lavoro, ma per risparmiare i soldi necessari a sostituire i paletti catarifrangenti, immancabilmente falcidiati dal braccio operatore.
    Quanto a questa visione bucolica dei “campi”, queste oasi Plasmon dove si riverserebbero i mortiferi succhi chimici incautamente aspersi… se vuoi ti faccio un elenco di massima dei principi attivi regolarmente adoperati per ogni coltura… tutto ovviamente nella norma, sia chiaro…

  2. marco ha detto:

    mai dire gatto se non ce l’hai nel sacco …..

  3. valerio ha detto:

    Forse, invece del bussolotto del diserbante (il cui effetto, semplicemente visivo, fa tanto Calabria agostana), un operatore potrebbe imbracciare un tagliaerba a filo che non danneggia il paletto. Ma un conto è fare tutto dal camioncino e un conto è scendere…

  4. Maurizio ha detto:

    … il diserbo usato non provoca un inquinamento superiore alle auto che percorrono questa strada che, a loro volta, non provocano un inquinamento superiore ai camion che percorrono l’autostrada che, a loro volta, non provocano un inquinamento superiore…Praticamente niente inquina, basta trovare qualcosa che inquina di più…Il ragionamento, mi sembra, non fa una grinza…

  5. davide ha detto:

    Caro Maurizio, ero certo che la mia iperbole avrebbe trovato terreno fertile presso l’ambientalismo domenicale di qualcuno, ma comprendo la tua obiezione; allora, parafrasando me stesso e mutuando da quanto correttamente dice Valerio, il fumo da miscela combusta emessa dal decespugliatore inquina certamente più che il principio attivo del diserbo, sia l’aria che il suolo.
    Quindi, per soddisfare tutte le istanze verdi giustamente avanzate, proporrei di assoldare appositi asinelli di Zaiana memoria: magari potremmo avere miglior fortuna rispetto a quanto avvenuto in quel di Treviso…

    http://www.geapress.org/m/treviso-e-gli-asini-di-luca-zaia-i-veterinari-ordinano-di-portarli-via/15730

  6. Maurizio ha detto:

    Caro Davide, comprendo le tue difficoltà ma ribadisco, non è questione di miscela ma di forma mentis.

I commenti sono disabilitati.