x trim cimento, foghera, incidente, paludo e immondizie, aprilia marittima

Da Elisabetta Buffon riceviamo e volentieri pubblichiamo

….Partiamo dal presupposto che, per potersi recare nell’ acquitrino/palude della località Paludo, destinato alla raccolta differenziata, è necessario munirsi di stivali e possedere un 4w. Ovviamente un salto all’autolavaggio è subito dopo consigliato. Importante è sottolineare l’ubicazione dei bidoni attaccati a un parco giochi per bambini e all’entrata delle scuole elementari. Sono l’unica a pensarla così ??? Attendo risposta dal Sig. Sindaco, dall’Assessore all’ambiente e magari un parere del Bacucco…

Parere…..che dire….ogni volta che la situazione degenera, poi effettivamente vediamo gli operai del Comune darsi da fare per pulire e sistemare. Lo abbiamo constatato parecchie volte. Certo la posizione è infelice, anche se va detto che il parco giochi è stato costruito “dopo” ed è frutto di una lottizzazione. La soluzione sta a metà: sistemare la zona, il pavimento e mettere una schermatura ai bidoni, e aumentare il numero degli stessi. Anche il senso civico della gente deve aumentare. Insomma la colpa è un pò di tutti. (Più del Comune e della Net, ma non solo loro)

Foghera di Latisanotta

 

Pienone di gente ieri sera, domenica, alla Foghera di Latisanotta; alta e con un bel fantoccio in sommità; lancio delle lanterne prima e poi una vampata e una bellissima fiammata. Argine pieno e poi tutti a mangiare e bere  a sperare nei biglietti della Lotteria

Latisanotta

Un attimo di distrazione o forse la voglia di andare a vedere la Foghera, e due auto si sono scontrate all’incrocio di Latisanotta verso le 18.00; sul posto l’ambulanza (una ragazza portata via), i Carabinieri e i Vigili del Fuoco. Di impatto la scena; speriamo limitati alle vetture i danni.

Riflessione con ironia. E con serietà.

Ieri, domenica su un noto quotidiano locale….. è apparso l’ennesimo articolo degli operatori di Aprilia Marittima esasperati dalla lentezza burocratica e dalla inettitudine delle istituzioni preposta a realizzare i dragaggi del Canale Coron e salvare la località turistica divisa tra Latisana e Marano Lagunare. Viene da sorridere se pensiamo alle varie cerimonie ossequiose alla presenza di assessori regionali e di costosissimi commissari. Ora monta la rabbia, ma forse è un po’ tardi per arrabbiarsi…o meglio, giusto farlo e sottolineare il ritardo. Due osservazioni ironiche: la prima. La didascalia della foto sul predetto quotidiano recita: “Gl i operatori di Aoprial Maittin attaccabio la refione sui dragaggi” .. he he he  come se fosse scritta da uno arrabbiato, o dopo le foghere ecc ecc. Seconda osservazione: in campagna elettorale l’attuale Sindaco batteva sul tasto della linearità politica tra Comune, Provincia, Regione e Governo, tutti a guida o maggioranza PdL allora. Visti i risultati, forse era meglio se alla Regione ci fosse stato il PD, magari qualche dragaggio ci scappava. O no? Seriamente: posti di lavoro e turismo in fumo, danno d’immagine e riflessi su tutto il territorio e per anni. Questa situazione è veramente scandalosa e la Regione ne è coinvolta da anni. Credo si dovrebbe passare a atti più eclatanti. E tra tre mesi si vota per la Regione.

Cimento nel Tagliamento

Una bellissima giornata di sole e moltissima gente a vedere, questi gli ingredienti esterni per la manifestazione Xtrim di traversata a nuoto del Fiume Tagliamento, dalla sponda di San Michele a quella di Latisana. Una trentina i coraggiosi, alcune donne una delle quali venuta da Udine in bicicletta, a tuffarsi prima con la muta e poi anche senza. Fredda l’acqua, meno freddo al tiepido sole fuori. Ecco alcune foto della bella e riuscita giornata di sport.

Condividi il post!

PinIt